Archive from ottobre, 2015
Ott 30, 2015 - Cucina    No Comments

CUCINA LE RICETTE Pasticcio di carciofi ripieni

http://www.sfogliami.it/flip.asp…

Portrait Of Julia ChildImpara a cucinare, prova nuove ricette, impara dai tuoi errori, non avere paura, ma soprattutto divertiti.

Jiulia Child

 

 

 

 

Chef woman.Un pasticcio invitante e gustoso, con un sapore intenso di carciofi.

Il prosciutto e la menta uniti alla mozzarella filante e cremosa per un piatto unico con quel tocco di raffinatezza e ricercatezza in più.

°Difficoltà: Facile 

Tempo di preparazione: 15 minuti
Tempo di cottura: 40 minuti
Tempo Riposo: 10 minuti

Ingredienti (per 4 persone) :

• 300gr di cuori di carciofo lessi
• 100gr di prosciutto cotto
• 1 mozzarella
• 2 uova
• 4 cucchiai di pecorino grattugiato
• 1 cucchiaino di menta essiccata
• 1 limone
• sale e pepe nero

Preparazione:

file_456328_1397110009I carciofi vanno lessati in acqua salata, tagliati a spicchi e lasciati raffreddare.

La mozzarella viene tagliata a dadini, il prosciutto cotto a listarelle. Una volta pronti, aggiungerli ai carciofi e mescolare il tutto.

Successivamente in una terrina mettere sale, pepe, la menta essicata e il pecorino grattuggiato precedentemente.

Il Parmigiano Reggiano grattugiato, nella stessa quantità può sodtituire il pecorino.

Rivestite una teglia con carta da forno, versare il composto e cuocete a 180°, per circa 40 minuti.

Ultimata la cottura lasciar riposare per 10 minuti prima di servire.

 

http://issuu.com/vanitystyle

https://www.facebook.com/vanitystyleB

 

 

Ott 29, 2015 - Fitness Sport Vanity    No Comments

FITNESS: LA BASE ESSENZIALE PER UN CORRETTO PROGRAMMA – Allenamento Cardiovascolare P. 1

http://www.sfogliami.it/flip.asp…

Rita-RudnerGli uomini dimenticano tutto; le donne ricordano tutto.Ecco perché gli uomini hanno bisogno dei replay istantanei nello sport. Hanno già dimenticato quello che è successo.

Rita Rudner

 

 

 

 

Grandi sono  i vantaggi che si ricevono dall’allenamento cardiovascolare:

Happy runner tying her shoes• allenamenti facili a basso impatto sulle articolazioni;

• maggiore propensione a perdere peso, e di conseguenza,   bruciare maggiori quantità di calorie;

•  minore rischio di  malattie cardiovascolari;

• livello di stress bruscamente ridotto.

Per un corretto allenamento di tipo cardiovascolare, indipendentemente, da tipo di attività svolto,  ((vogatore, bike, tapis roulant ma anche jogging, bicicletta, nuoto, pattinaggio,Group Of People In Spinning Class In Gym ecc.)
l’intensità deve essere quella corretta.

È possibile così far restare la frequenza cardiaca all’interno della cosiddetta “fascia ideale di allenamento”.

Per non causare usura ai legamenti e alle articolazioni, è opportuno alternare il maggior numero possibile di attività aerobiche per annoiarsi di meno e non ripetere sempre gli stessi gesti., al di là delle proprie  preferenze personali.

 

http://issuu.com/vanitystyle

https://www.facebook.com/vanitystyleB

 

 

 

 

 

 

Ott 28, 2015 - Fashion Vanity    No Comments

FASHION Speciale Io donna: Quali sono state le maggiori tendenze della Primavera Estate 2015

http://www.sfogliami.it/flip.asp…

 

spaced+woman+at+desk[1]Le donne di solito amano quello che comprano, ma odiano
i due terzi di ciò che è nei loro armadi.

Mignon McLaughlin

 

 

 

Le novità dalle principali sfilate appena trascorse vi avranno rese sempre alla moda, con i vostri outfit preferiti, e con un perfetto guardaroba adatto alla stagione.

pantaloni a zampa
Ve lì ricordate gli anni 70 e i famosi pantaloni a zampe. Sulle passerelle di tutto il mondo hanno spopolato, portando in tutte noi una nostalgia per quel periodo. Allora ragazze e signore, sì a questo capo, perfetto se lo avete

Classico tubino nero

Classico tubino nero

abbinato con corte giacchine o camicie dai colori accesi. Non sarete passate inosservate nelle calde giornate estive.

camicie
Camicie morbide dai toni tenui, in stile Asian, simili a dei kimono. Da portare con o senza cintura in vita, nella versione slim, sono state perfette con jeans o leggins.

trench
Forse gli stilisti si sono ricordati della scorsa estate 2014. Ve la ricordate piuttosto freddina, non è vero ragazze. Allora cosa hanno fatto i designer, hanno rispolverato il vecchio trench, leggero e in seta. Abbinato con look tipicamente

estivi, ci ha consentito di essere alla moda, senza soffrire il freddo.

Gonna midi a ruota

Gonna midi a ruota

mini e gonne ampie
La tendenza sulla gonna, il capo femminile per eccellenza, è stata il contrasto. Minigonne vertiginose, ci hanno permesso di mostrare gambe perfettamente abbronzate. Ma non è stata dimenticata la midi, possibilmente a ruota e ampia, abbinata con camicette a toni tenui; ha consentito a tutte noi un risultato totalmente femminile e delicato.

salopette in jeans
Alzino la mano quelle che hanno osato!! La Salopette, un capo una volta tipicamente prémaman, è ritornata di prepotenza in una versione diurna e serale, abbinata con tacchi alti e grandi gioielli.

Cardigan e maglie oversize
È stato un gradito ritorno per tutte noi: il cardigan e la maglia oversize. Capi perfetti per la giornata e per serate fra amiche poco impegnative. Semplici da abbinare, ma che ci ha donato sempre una certa eleganza.

tubino
Il… Tubino!!!!Un capo che non sarà assolutamente mancato nel vostro armadio, la scorsa stagione. Semplice, per una chiacchierata fra amiche, oppure sofisticatissimo, se abbinato ad accessori o gioielli, per le serate con il vostro Lui.

 

 

 

 

http://issuu.com/vanitystyle

https://www.facebook.com/vanitystyleB

 

Ott 27, 2015 - Cucina    1 Comment

CUCINA LE RICETTE Branzino al forno con mistura di pomodorini

http://www.sfogliami.it/flip.asp…

 

virginia-woolf“Non si può pensare bene, amare bene, dormire bene se non si ha mangiato bene”

Virginia Woolf

 

 

 

 

Chef woman.Invitate parenti ed amici per un secondo piatto gustosissimo e facile da preparare.

°Difficoltà: Facile 

Tempo di preparazione: 25 minuti
Tempo di cottura: 20 minuti

Ingredienti (per 4 persone) :

• 4 tranci di branzino da 200 gr
• 200 gr di pomodorini
• 300 gr di zucchine
• 2 cucchiai di succo d’arancia
• olio extravergine d’oliva
• sale e pepe

Preparazione:

Portate il forno ad una temperatura di 180 gradi.

In una teglia coperta di carta forno, disponete le zucchine spuntate e tagliate a lamelle con la mandolina. Aggiungete olio e sale a piccole dosi.Happy young housewife making christmas cookies in kitchen

Anche i tranci di branzino vanno disposti in una teglia analoga..

In una ciotola sbattete con una frusta un cucchiaio di succo d’arancia, uno di olio, un pizzico di sale e poi con questa cremina spennellate il branzino.

Mettete le 2 teglie in forno per 20 minuti circa.

Frullate con 2 cucchiai d’olio, sale e pepe, i pomodorini tagliati prima a pezzetti

I residui di buccia ottenuti, eliminateli filtrando la cremina ottenuta. Aggiungete un altro cucchiaio d’olio e il succo d’arancia rimasto e frullare.

Servite il branzino nel piatto con le zucchine e guarnitelo a vostro piacimento con i pomodorini.

 

http://issuu.com/vanitystyle

https://www.facebook.com/vanitystyleB

 

ICONE MODA Acconciatura Audrey in “Colazione da Tiffany”

http://www.sfogliami.it/flip.asp…

 

AUhburnglamor1“Io credo nel rosa.
Io credo nel baciare, baciare un sacco.
Io credo che ridere sia il modo migliore per bruciare calorie.
Io credo nell’essere forti quando tutto sembra andare male.
Io credo che le ragazze felici siano le più carine,
Io credo che domani sarà un altro giorno,
Ed io credo nei miracoli.”

Audrey Hepburn

 

 

212_1Ora che sapete truccarvi come Audrey non potete certo non imparare il suo famoso chignon o banana.

Seguite  questo titorial ed anche voi vi sentirete una piccola diva elegante e raffinata.

Di cosa hai bisogno: spazzola, pettine, forcine, forcine invisibili, lacca

Trattandosi di un’acconciatura raccolta, più lunghi sono i capelli, più semplice sarà ottenere un’acconciatura molto simile all’originale.
Procedi sui capelli non appena lavati. Inizia spazzolando delicatamente le lunghezze e tracciando perfettamente la riga, in parte o al centro non importa.6a00d8358081ff69e201538ff94d7b970b-500wi

Dopo aver spazzolato bene, isola la porzione di capelli che si trova sulla parte alta della testa, subito dietro la “zona frangia”. Avvolgili e puntali, li utilizzeremo alla fine.
Fatto questo, aiutandoti con spazzola o pettina, inizia a pettinare la parte destra all’indietro, mantenendola aderende alla cute., inizia a fissarli sulla nuca e sulla parte posteriore della testa con delle forcine classiche, una volta tirati tutti i capelli all’indietro.

Sulla parte sinistra, usando il pettine  inizia a cotonare le lunghezze. Una volta cotonato, spazzola le radici nel senso inverso, come a volerle appiattire.

Poi, avvolgi su se stessa l’ampia porzione di capelli dalle punte verso le radici e fissa tutto sulla nuca, nella posizione delle forcine utilizzate in precedenza per fissare la parte destra. Utilizza però delle forcine invisibili per fissare questa porzione.

Per l’ultima parte: con l’aiuto del pettine prendi la porzione di capelli isolata all’inizio e cotonala avvolgendola dalle punte alle radici come abbiamo già fatto nella parte sinistra della nostra acconciatura, crea l’effetto volume (quasi un chignon) sulla parte alta della testa.

Fissa con forcine e vaporizza con tanta lacca, in particolar modo le radici.

Per il davanti libera la fantasia: puoi tenere la riga in parte con ampio ciuffo, la frangia, oppure come la protagonista del film, cotonare il ciuffo e puntarlo all’indietro con delle forcine.

 

http://issuu.com/vanitystyle

https://www.facebook.com/vanitystyleB

 

Ott 23, 2015 - Fitness Sport Vanity    No Comments

FITNESS Domande e suggerimenti

http://www.sfogliami.it/flip.asp…

220px-Sarah_Hale_portrait“Nulla è impossibile per colui che si trova preparato a vincere ogni  avversità. I timorosi sono i perdenti.”

Sarah Josepha Hale

 

 

 

 

 

active-84646_1280Un costante e regolare esercizio fisico, può essere considerato, come la base di uno stato di salute ideale?

In passato per salute s’intendeva solo l’assenza di malattie.
Oggi, noi definiamo la salute in termini fisici, mentali, sociali e di benessere.
I medici e gli esperti ritengono che l’esercizio fisico praticato con regolarità sia essenziale per avere e mantenere una buona salute.

Si può allora ritenere, che una persona in forma, possa essere considerata in buona salute?

Non sempre è così, quello che possiamo dire, è che una persona sportiva, può creare con il suo Io interiore, una sorta di sinergia, che la porta a riscoprire in seThomas F Blue_Eyes KGS Massage sandra.d. Corinna Schellander stessa potenzialità prima sconosciute.

Potremmo quindi definire il fitness, come un’attività, che porta la persona a una continua sfida con se stessa?

Chi la pratica, di solito ha molteplici scopi, dimagrire, incrementare la propria resistenza, ridurre la pressione sanguigna, o cercare di mantenere uno stile di vita sano.

Studi ben elaborati, dimostrano in modo inequivocabile, che l’attività fisica, abbinata a uno stile di vita regolare, rende l’individuo, una persona in salute.
Il nostro corpo ha bisogno di sentirsi attivo, dopo una giornata stressata, oppure completamente passata seduta in ufficio.

Sentire il bisogno di utilizzare in modo costruttivo, la quantità di energia che si è accumulata durante la giornata, ci dà la possibilità di sfogare il nostro stress, e di vivere la vita in maniera positiva.

http://issuu.com/vanitystyle

https://www.facebook.com/vanitystyleB

 

Ott 22, 2015 - Cucina    No Comments

CUCINA Pillole di Storia

http://www.sfogliami.it/flip.asp…

 

harriet-van-horne-3Cucinare è come amare, o ci si abbandona completamente o si rinuncia.

Harriet Van Horne

 

 

 

 

 

La più antica forma di cucina primitiva dall’uomo era la semplice cottura del cibo: dapprima la carne era arrostita direttamente sulla fiamma del fuoco, poi si passò alla cottura in buche del terreno dove la carne e le verdure erano cucinate al vapore.

Poi questi cibi vennero cotti i pietre concave e solo nel Neolitico inferiore vennero introdotti i cereali ed il pane non lievitato.

Soltanto in EGITTO venne scoperta la lievitazione del pane e di conseguenza apparvero anche le bevande alcooliche fermentate (birra, vino). Naturalmente le classi sociali meno abbienti continuarono a lungo a nutrirsi di paneantica_grecia azimo, mentre quello lievitato con dolci a base di uova, miele e latte erano solo per le caste sociali elevate. I canali e le paludi del Nilo poi erano ricchi di pesci (anguille, carpe e pesce persico) che si consumavano sia salati che essicati. Gli egizi poi non gradivano carne suina, prediligevano carne ovina e caprina.

La CUCINA GRECA, al contrario, era ricca di carne di maiale e selvaggina sia lessata che arrostita allo spiedo ed accompagnata con salse; Anche il pesce era largamente consumato sia fritto che cotto alla brace.

La CUCINA ROMANA inizialmente semplice e rudimentale divenne esotica durante l’età imperiale. Parassita-bigSia le carni (manzo, maiale, cinghiale) erano cucinati con spezie udorose e ricoperti con miele, mosto e vino aromatico.
Anche nel MEDIOEVO non si abbandonò l’abitudine di lessare le carni prima di arrostirle per poi riccoprirle con spezie. In seguito la cucina ritornò al livello di quella dell’età romana riscoprendo le carni cotte al forno o in umido sempre condite con miscele di erbe e spezie; si introdusse anche il consumo di verdure e l’utilizzo di salse meno saporite e più sobrie. Tale tipo di cucina verrà poi adottata nel periodo umanistico sostenuta anche da principi medici e dietetici.

Nel RINASCIMENTO si ritornerà poi ad una cucina artificiale e priva di sapori materiali.

Sarà nella FRANCIA dei primi decenni del 700 che si assisterà ad una riforma della cucina che produsse nel giro di cinquant’anni allla nascita della NOUVELLE COUSINE che sarà una rivoluzione non tanto per la dieta o varietà di cottura bensì per la riscoperta del vero gusto dei cibi.
Di  conseguenza cambiò anche il modo di  servire i pranzi e si passò dalla presentazione di tutti i piatti simultaneamente come avveniva nel periodo rinascimentale alla presentazione dei piatti uno dopo l’altro secondo un preciso ordine.

 

alla-corte-re-sole

ALLA CORTE DI VERSAILLES

* Luigi XIV conosciuto come “Re Sole” aveva un grandissimo appetito pare dovuto all’intestino più lungo del normale.

* Tra cuochi, panettieri, pasticceri, macellai, cantinieri e ortolani erano oltre 500 le persone addette a soddisfare i suoi desideri.

* I convivi della reggia stupivano per l’abbondanza dei cibi, frutti e ortaggi esotici.

* Uno dei privilegi più ambiti dei nobili di Versailles era  assistere al quotidiano “Grand Souper” che il re consumava in pubblico a mezziogiorno.

* In genere il menù comprendeva 4 minestre, carne di fagiano e pernice, insalata di legumi, castrato in umido, prosciutto, dolci, frutta  e uova sode.

 

 

http://issuu.com/vanitystyle

https://www.facebook.com/vanitystyleB

 

 

Ott 21, 2015 - News Vanity    No Comments

NEWS Giocare d’azzardo: Una piaga sociale in grande espansione

http://www.sfogliami.it/flip.asp…

 

01/00/1998. File pictures of Mahatma GandhiVivi come se
dovessi morire
domani.
Impara come se
dovessi
vivere per sempre.

Mahatma Gandhi

 

 

 

f4470aeabed0a35f64b260886ac92efaGenericamente viene definito anche azzardopatia o ludupatia, rientra nella categoria dei “disturbi da dipendenza correlato all’uso di sostanze”.
Nel 2013 è stato inquadrato come classi disturbo da dipendenza comportamentale.

Caratteristiche
Tre principali stadi lo caratterizzano:

GIOCO D’AZZARDO RICREATIVO O INFORMALE
Il soggetto che ne è affetto ha sempre la consapevolezza dei rischi cui è esposto, la sua fruizione è saltuaria, è quasi una forma di socializzazione con rischi e costi contenuti.

GIOCO D’AZZARDO PROBLEMATICO
Deve essere diagnosticato in tempo, perché è messa a rischio la salute dell’individuo, sia da un punto di vista fisico, mentale o di socializzazione. Lo stimolo e la ricerca del gioco aumentano in maniera esponenziale. Il tempo dedicato e il denaro speso, se non diagnosticato in tempo portano la persona a una dipendenza totale.

GIOCO D’AZZARDO PATOLOGICO
Il gioco come dice la parola stessa è una vera e propria malattia, che richiede pronte cure riabilitative. La ricerca del gioco è quotidiana, le conseguenze sociali e di tipo sanitario sono facilmente immaginabili. Alti costi, anche condice-161376_1280 copiatr l’accumulo di debiti, frequenti menzogne alle persone care, pur di continuare questa dipendenza. Anche se curato nel soggetto è sempre presente il rischio di una recidiva.

Criteri di definizione del Disturbo da Gioco D’Azzardo
A sintomi che indicano problematiche da gioco d’azzardo con relativo stress e peggioramento clinico per un periodo di almeno dodici mesi.

1. per cercare di raggiungere una crescente eccitazione, il bisogno di giocare sempre più denaro.

2. se si cerca di interrompere la compulsività a giocare il soggetto risulta irritabile o nervoso.

poker-390064_1280tr3. ripetuti sforzi risultati per lo più infruttuosi per cercare di eliminare questa patologia.

4. preoccupazione per il gioco, come trovare denaro, o come risolvere problemi derivati da esperienze da gioco passate.

5. quando gioca, il soggetto ha difficoltà persistenti, quali ansia, sensi di colpa o stati depressivi.

6. perdita di soldi, il giorno seguente ritorno al gioco con la speranza di recuperare il denaro perso.

7. bugie per cercare di nascondere agli altri questa sua compulsività.

8. per il gioco sono messe a repentaglio le relazioni personali, di lavoro o di studio.

9. la ricerca e l’aiuto per cercare di ripianare le perdite da gioco.

Casino GamingB Il comportamento da gioco d’azzardo patologico non è meglio descritto da episodio maniacale
Specificare se:
ç episodico • persistente
Specificare se:
• in remissione precoce • in remissione continua specificare la gravità attuale:
• media: soddisfatti 4-5 criteri
• moderata: soddisfatti 6-7 criteri
• grave: soddisfatti 8-9 criteri
• Gioco d’azzardo online

Negli anni passati il soggetto affetto da problematiche riguardanti il gioco d’azzardo era facilmente individuabile. I luoghi di ritrovo, infatti, erano quasi sempre gli stessi. Casinò, bische clandestine, case private. Ora in quest’era multimediale chiunque con un semplice computer può collegarsi ai siti da gioco. Svolgendo il tutto da casa propria il soggetto scioglie tutti i suoi freni inibitori o pratici. Può eccedere nel gioco, senza incorrere in nessun giudizio altrui. Non conoscendolo, diventa molto più difficile capirne la criticità della situazione, e il rischio di degenerazione nei casi patologici dei propri rapporti umani e sociali è molto elevato.

In Italia
La cura del gioco d’azzardo patologico in Italia è piuttosto recente. In alcune regioni SERT (Servizi per le dipendenze patologiche delle ASL) con speciali equipe composte, da medici psicologi, assistenti sociali o infermieri si occupano della diagnosi e delle relative cure. Nel 2000 con il nome di ALEA è stata costituita la prima società scientifica per problemi di GIOCO D’AZZARDO PATOLOGICO.
Esiste anche l’associazione dei GIOCATORI ANONIMI costituita in maggior parte da ex giocatori.

 

http://issuu.com/vanitystyle

https://www.facebook.com/vanitystyleB

 

Ott 20, 2015 - Fashion Vanity    No Comments

FASHION Tagli moda Un caschetto rivisitato in stile retrò

http://www.sfogliami.it/flip.asp…

 

Erica-Jong-photo_0“Che sia benedetta la moda che ci mantiene volubili e leggere,anche quando vorremmo essere profonde.”

Erica Jong

 

 

 

 

 

 

Pretty girl with bright makeupLo Stile retrò nella moda capelli non è mai passato di moda, il ritorno è agli anni venti. Il caschetto, infatti, si è notato più e più volte sulle varie passerelle durante le ultime sfilate.
Sarà la sua versatilità e la sua comodità abbinata a una femminilità sempre più ricercata, ha portato di nuovo in voga questo look.

Il caschetto retrò

Il suo mood pratico e femminile lo rende irresistibile tra noi donne. Le sue leggere e soffici onde, ricreate anche con l’uso di bigodini o arricciacapelli creano un effetto chic e molto elegante.
Per quelle che amano invece uno stile romantico, i boccoli sono esaltati dal loro movimento ondulatorio, con una sensazione di morbidezza e leggerezza visibile a vista d’occhio.
Anche la versione liscia è degna di nota, portata con una riga centrale e una leggera cotonatura alle punte in modo che queste rimangano, sollevate dalla cute.woman-594116_1280

Il risultato ottenuto da tutte queste tendenze è di creare uno stile retrò ma… di classe.

I colori

Le ultime tendenze colore con quest’acconciatura sono quelle con tonalità chiare: il brillante biondo sabbia, il più intenso caramello e il dolce color miele. Non possono proprio mancare i riflessi “ton sur ton”, ricreati con schiariture sapientemente studiate. I toni chiari come abbiamo detto sono quelli che meglio si adattano a questo taglio, creando in tutte noi un’aria super vintage, con un mood totalmente classico e raffinato.

http://issuu.com/vanitystyle

https://www.facebook.com/vanitystyleB

 

Ott 16, 2015 - Teatro Vanity    No Comments

TEATRO Jesus Christ Superstar 44 anni, e non sentirli!

http://www.sfogliami.it/flip.asp…

Il 12 ottobre 1971 Jesus Christ Superstar fu rappresentato per la prima volta a Broadway,
jcs_posterJesus Christ Superstar come opera teatrale nasce dall’idea geniale di Andrew Lloyd Webber con l’aiuto di Tim Rice per i testi
di narrare dal punto di vista di Giuda Iscariota, l’ultima settimana della vita di Gesù.
Dall’opera venne tratto il film Jesus Christ Superstar del 1973.
Teatro
Fu rappresentato per la  prima volta a Brodway il 12ottore1971 e lì vi  rimase in scena per la bellezza di 18 mesi. Ebbe un grandissimo successo e fu replicato per più di otto lunghi anni. A Londra fu  in scena per tutti gli anni70 fino al 1980. Ripreso nel 1992 con gli interpreti originali del film Ted Neeley e Carl Anderson nei ruoli rispettivamente di Gesù e Giuda, rimase in scena per oltre cinque anni, invece dei previsti pochi mesi.
A tutt’oggi l’opera in varie edizioni continua ad essere messa in scena.
jesus-christ-superstarPolemiche
Alla sua uscita l’opera suscitò un mare di polemiche.
Una delle principali riguardava la figura divina di Gesù che Giuda metteva in dubbio nel brano brano Heaven On Their Minds (Il Paradiso nella mente) cantando: «You really do believe this talk of God is true?» («Credi veramente che queste voci su Dio siano vere?»).
Anche la figura di Maria Maddalena, palesemente innamorata di Gesù come cantato nel brano I don’t know how to love him (Non so come amarlo), non fu ben vista dalla chiesa cattolica.
Esponenti ebraici criticarono le scene riguardanti la crocifissione come antisemite. InfineJesusChristSuperstar nell’opera  manca  qualsiasi  accenno  alla risurrezione  di  Gesù.
In particolar modo in Sudafrica, per questi motivi le rappresentazioni vennero sospese a causa di gruppi fondamentalisti cristiani ed ebraici.Jesus Christ Superstar fu criticata da altri autori tra i quali Louis Andriessen, Bill Drummond e Michael John La Chiusa cha accusarono l’autore di aver copiato in maniera evidente di atmosfere e riferimenti di opere classiche.

 

 

http://issuu.com/vanitystyle

https://www.facebook.com/vanitystyleB

Pagine:12»