Archive from aprile, 2016
Apr 28, 2016 - Fashion Vanity    No Comments

C’è una gonna per tutte!

Pagina Prova fashion FASHION

gonna-midi-come-indossarla

 

Rachel+Zoe+Long+Hairstyles+Long+Wavy+Cut+OZgvnw6NRMwlLo stile è un modo per dire chi sei, senza dover parlare.

Rachel Zoe

 

 

 

C’è una gonna per tutte!

Lettera blob amate le gonne ma spesso non sapete quale scegliere per valorizzare il vostro fisico e così vi rinunciate.

C’è una gonna per tutte!

Non disperiamo per ognuna di noi ci può essere quella ideale. Sia per chi ne ha gli armadi pieni, sia per chi ne ha poche, la loro sorte è sempre la stessa, stese lì sole solette nei più remoti angoli del nostro guardaroba.

È ora di indossarle per sentirci ancor più belle e ancor più femminili.

Tante si fermano ai pantaloni o agli adorati jeans, pensando che solo quelli possano nascondere i difetti. Anzi ritiene la gonna un capo che amplifica le nostre mancanze.

Niente di più sbagliato, ragazze e signore; il pianeta gonna è pieno di tantissime sfumature e possibilità!

 

Scopriamolo insiemE

C’è una gonna per tutte!

Per iniziare la ricerca sulla gonna che meglio ci si adatta, dobbiamo capire a quale tipologia femminile assomigliamo.

 

Donna con forma a Clessidra

Caratteristica: fianchi larghi

C’è una gonna per tutte!

C’è una gonna per tutte!

C’è una gonna per tutte!

C’è una gonna per tutte!

Un punto vita ben definito, e quando è in forma curve molto armoniose. Questa è la caratteristica principale della donna clessidra, o come si dice oggi curvy.

I fianchi esuberanti sono da sempre sintomo di grande femminilità, quella in voga negli anni 50 per capirci. Bisogna allora puntare su gonne con quello stile. Bene quelle a ruota e la pencil skirt. Sono gonne che ci permettono di valorizzare le nostre forme e di sentirci iperfemminili.

In particolar modo la pencil skirt, è perfetta per sentirci sexy e valorizzare le nostre curve.

 

 

 

 

Donna con forma a mela

C’è una gonna per tutte!

C’è una gonna per tutte!

Caratteristica: addominale rilassato

C’è una gonna per tutte!

C’è una gonna per tutte!

Le gambe è questa la parte che una donna a mela deve evidenziare. Se, infatti, nel suo girovita si accumulano alcuni kg; di troppo, le gambe sono ben tornite e scattanti. Su quale tipo di gonna deve allora orientarsi una donna a mela? Sicuramente su quella dritta e leggermente svasata, alta in vita e con una lunghezza a metà coscia. Una gonna così vi permetterà di mostrare le vostre splendide gambe, distogliendo l’attenzione dai vostri piccoli difettucci.

 

 

 

 

 

Donna con forma a rettangolo

C’è una gonna per tutte!

C’è una gonna per tutte!

Caratteristica: fisico androgino, poche curve

Siete tra le più fortunate, qualunque sottana indossiate vi starà bene. Per essere sexy la minigonna fa al caso vostro. I vostri fianchi stretti e le vostre esili gambe vi daranno un outfit da urlo.

C’è una gonna per tutte!

C’è una gonna per tutte!

Conosco diverse ragazze che si crucciano per la loro mancanza di curve. Niente di più sbagliato a voi è concesso di osare certamente qualsiasi tipo di fantasia, senza il timore che degli effetti ottici possano allargare la vostra silhouette.

 

 

 

 

Donne con forma a triangolo invertito

C’è una gonna per tutte!

C’è una gonna per tutte!

Caratteristica: seno prosperoso

Il seno prosperoso è la vostra caratteristica principale, una maglietta o una camicetta che non evidenzi in maniera esagerata il vostro ampio decolleté è sempre una scelta difficile.

C’è una gonna per tutte!

C’è una gonna per tutte!

Per la gonna, nessun problema, la parola è una sola osate. Una gonna dal colore acceso con un taglio originale e il problema del sopra sarà minimizzato.

 

 

 

 

Donna con forma a pera

C’è una gonna per tutte!

C’è una gonna per tutte!

Caratteristica: fianchi e cosce generosi

C’è una gonna per tutte!

C’è una gonna per tutte!

Sono le donne che più spesso rinunciano alla gonna. La loro perenne domanda è come vesto la parte inferiore del mio corpo. Una continua ricerca sui pantaloni, le porta spesso a indossare capi informi e assolutamente privi di ogni significato. La soluzione, scegliete una gonna a campana. Un perfetto stile che ben si adatta al vostro corpo e vi farà sentire a vostro agio e femminili.

 

 

 

 

 

Donna di bassa statura

Caratteristica: fisico piccolino

C’è una gonna per tutte!

C’è una gonna per tutte!

Se non siete particolarmente alte, scegliete gonne che risaltino il vostro fisico, non il difetto. Evitate quelle sotto il ginocchio o troppo corte, che vi evidenzia le corte gambe. L’ideale, gonne con lo spacco, ancor meglio con decorazioni in verticale.

 

 

 

 

 

 

 

Visto caro Amiche, come detto all’inizio del post, c’è una gonna per tutte.

 

 

Rivistabellepdf16-2 copiaVanityStyle

 

Pagina Prova fashionPOST FASHION VANITY

HOME PAGE VANITY

http://issuu.com/vanitystyle (per vedere copiare ed incollare)

https://www.facebook.com/vanitystyleB (per vedere copiare ed incollare)

 

 

 

 

 

 

 

Apr 22, 2016 - Benessere e Salute    No Comments

SOS Casalinghe Disperate

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

CASALINGHE-3-1000x600

 

anna-quindlen-3Quando i piatti li lavano gli uomini, si chiama “dare una mano in casa”. Quando i piatti li lavano le donne, beh… allora è la vita!

Anna Quindlen

 

 

 

SOS Casalinghe Disperate

vanitystylemag

belle631

 

SOS Casalinghe Disperate

SOS Casalinghe Disperate

Lettera blob pulire la casa! È forse il mestiere che ci pesa di più, non siete del mio stesso parere.

Alcune fortunate hanno il marito o il compagno che le aiuta. Sono le cosiddette mosche bianche.

Per la massa il quotidiano rapporto con scope, stracci e detersivi è puramente personale.

 

 

Lo sappiamo bene, quanto sono noiose, pesanti e non finiscono mai.

 

 

P.S. Esistono anche un altro tipo di donne, quelle che amano le pulizie. Non mi credete. Potrei farvi conoscere due amiche mie, che quando si trovano il discutere delle pulizie di casa è la fonte del loro parlare.

 

SOS Casalinghe Disperate

Questi piccoli consigli trovati in rete, penso possano aiutarci, a tenere una casa in ordine e pulita.

 

Pulire il frigorifero, prima di buttare la spazzatura

SOS Casalinghe Disperate

SOS Casalinghe Disperate

Una semplice idea, ma molto efficace! Il giorno in cui abbiamo programmato le grandi pulizie e quindi anche il frigorifero, si rivela sempre molto faticoso, forse tutto dipende da un’incapacità organizzativa? Per non ritrovarci a svuotare il frigo pieno di confezioni semi scadute o da avanzi di cibo, il trucco è semplicissimo. Quando dobbiamo svuotare la spazzatura, apriamo il frigo e controlliamo cosa possiamo eliminare. Facendolo ogni volta, eviteremo così il giorno delle grandi pulizie di ritrovarci il frigorifero pieno di avanzi di cibo e di prodotti ormai al limite di conservazione.

 

Inserire più sacchetti nella cesta o bidone della spazzatura

Alcune usano i bidoni della spazzatura senza mettervi il sacchetto. Si trovano così costrette a svuotarli del loro contenuto in altri bidoni o sacchetti. Poi a lavarli per riutilizzarli. Altre tra cui anch’io, mettono un solo sacchetto. Correndo così il rischio di ritrovarsi alla fine senza. A me capita spesso. La soluzione, inserire più sacchetti multipli. Ogni volta che ne buttiamo uno, avremo già pronto quello successivo. Con questo metodo, oltretutto ci accorgiamo se li stiamo finendo.

 

Bagno e cucina da pulire ogni giorno!

SOS Casalinghe Disperate

SOS Casalinghe Disperate

Lo so è dura, ma qui non c’è soluzione. Se vogliamo che il nostro bagno e la cucina siano in ordine, dobbiamo pulirli giornalmente. Se uscite tardi dall’ufficio e arrivate a casa stanchissime, abituatevi a tenere a portata di mano delle salviettine già umidificate. Una bella passata prima di andare a dormire vi eviterà di passare ore del fine settimana a pulire. Ovviamente se siete casalinghe disperate a tempo pieno, la pulizia deve essere molto più accurata. Le mie amiche lo fanno anche 4/5 volte.

 

Usare la carta stagnola per il forno

Rimedio semplice e ad alto vantaggio. Per non passare ore a sudare per pulire il forno sporco dall’arrosto o altro. Abituiamoci prima dell’uso a foderare il suo fondo con della carta stagnola. Noteremo che si sporcherà molto meno, e così potremo anche uscire con le amiche, ora che finalmente stanno iniziando le belle giornate.

 

Togliere le scarpe quando entriamo in casa

In pochi giorni vedrete la differenza. Le nostre scarpe anche se ben pulite sullo zerbino, sono un residuato di polvere non indifferente. Abituiamoci a levarle prima di entrare. Per ricordarcene, si possono tenere le nostre pantofole preferite in un angolo lì vicino alla porta.

 

SOS Casalinghe Disperate

SOS Casalinghe Disperate

In chiusura del post, ecco una foto di Bree (Marcia Cross), la mia preferita delle Desperate.

Ecco un breve trailer che la vede protagonista

https://www.youtube.com/watch?v=hFULK7G6Hjo

 

SOS Casalinghe Disperate

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

 

Pagina Prova bALTRI POST BENESSERE E SALUTE

 

Rivistabellepdf16-2 copiaVanityStyle

HOME PAGE VANITY

http://issuu.com/vanitystyle (per vedere copiare ed incollare)

https://www.facebook.com/vanitystyleB (per vedere copiare ed incollare)

 

 

 

 

 

 

Apr 20, 2016 - Libri Vanity    No Comments

Sushi per principianti di Mariam Keyes

Pagina Prova l LIBRI

41YTSdLnBPL._BO1,204,203,200_

 

Zevin_author_web_HR“È meglio stare da soli piuttosto che con qualcuno che non condivida la tua passione per la lettura.”

Gabrielle Zevin

 

 

 

bellepdf16-2 copiaRivistaVanityStyle

 

 

 

 

Sushi per principianti di MAriam Keyes

vanitystylemag

belle631

Lettera blob il motivo per cui ho acquistato questo libro? Mentre incuriosita, leggevo il sunto nella seconda di copertina, l’ambientazione in Irlanda e in particolar modo Dublino mi ha subito convinta. Innamorata come sono di questa città e della gente irlandese, in generale non potevo lasciarmelo sfuggire. Leggendolo, tenevo aperta la cartina della città, scoprendovi i luoghi raccontati. Riaffioravano così in me ricordi della mia vacanza irlandese, e in particolare nella sua capitale di parecchi anni fa.

La trama si sviluppa sulle vicissitudini di tre donne, in cui in un momento della loro vita i loro percorsi s’intrecciano proprio a Dublino.

 Lisa: (molto sexy, alta bionda con occhi azzurri) Direttrice di un noto giornale femminile, con la speranza di avere l’agognata promozione, che la porterà finalmente nella Grande Mela a dirigere una rivista ancora più glamour. Il capo sì un giorno la convoca, ma qui Lisa scopre, che lavorerà sì in una nuova testata, ma la sede anziché New York, sarà Dublino!

Per Lei è un vero e proprio trauma. Da buona londinese, Lisa considera Dublino poco più di una città di provincia. Ben lontana dalla vita frenetica cui Lei è abituata. Oltretutto Lisa ha sacrificato gran parte della vita privata al lavoro. Nella verde Irlanda però le risorse per il lancio della rivista sono ben scarse, e lei non può lavorare com’è abituata nei weekend, perché lo stabile rimane chiuso.

 

Sushi per principianti di Mariam Keyes

Sushi per principianti di Mariam Keyes

Sushi per principianti di Mariam Keyes

Sushi per principianti di Mariam Keyes

Ashling: (ragazza timida e impacciata, insicura) L’assistente personale di Lisa. Ragazza da poco licenziata da un altro giornale a seguito di una leggerezza. Ashling, cerca in tutte le maniere di compiacere il suo nuovo superiore, ma passa gran parte della sua giornata lavorativa nel panico totale. Si trova, infatti, a svolgere mansioni molto più impegnative, rispetto alla normale routine cui era abituata nel precedente ufficio. La ragazza è single, alla ricerca di un fidanzato. Non esita a consultare carte, oracoli e oroscopi pur di raggiungere il suo scopo. Si affida anche a un Buddha portafortuna che porta sempre nella sua capiente borsa. Soffre anche di paure compulsive che la portano a mettere di tutto nella sua borsa. Dai cerotti a un kit per il cucito, nel caso l’orlo della gonna si scucisse.

Clodagh: Bellissima donna amica di Ashling. Sposata con l’uomo che ha sempre amato e con due figli. Invidiatissima dall’amica per la sua vita che lei reputa meravigliosa. Clodagh, invece è totalmente frustrata e piena di paturnie, che la portano a sfogarsi con una continua ristrutturazione delle stanze della propria casa.

Dopo varie peripezie, alcune delle quali molto divertenti e in alcuni casi enigmatiche, le ragazze riusciranno a trovare uno sbocco positivo alla loro routine.

Questo vale per Lisa e Ashling, mentre Clodagh, seguirà un percorso molto più avventuroso e in alcuni casi sorprendente per risolvere la propria situazione.

Lisa scoprirà il valore dell’amicizia e delle relazioni sociali, mettendo la carriera in secondo piano.

Ashling, sposerà il mega direttore, trovando così una certa tranquillità che la porterà a rinunciare ai suoi riti, e al kit per il cucito. La ragazza finalmente si libererà anche del suo ingombrante portafortuna.

Clodagh, come ho detto prima, sarà costretta a fare delle scelte molto dolorose e in alcuni casi brutali, per uscire da quella vita che più non la soddisfa e che ha iniziato forse con troppa superficialità.

Sushi per principianti di MAriam Keyes

Sushi per principianti di Mariam KeyesCONCLUSIONI

♥♥♥♥ Che sensazioni mi ha lasciato. Indubbiamente positive. Il linguaggio è molto brioso e vivace, la fine arriva in un attimo. Specie per me che leggevo e sognavo i luoghi raccontati.

♥♥♥♥ Si potrebbe riassumere anche con l’eterna ricerca di noi donne del principe Azzurro. Solo Ashling ci riesce, l’autrice aumenta così in modo furbesco la speranza che l’amore alla fine arriva sempre per tutte noi.

 

♥♥♥♥ Una cosa che subito mi ha colpita è stato lo strano titolo. Leggendo il libro, l’ho vissuto come una metafora. Più volte mi sono ritrovate a pensare due parole come Amore e Vita che potevano essere messe nel titolo.

♥♥♥♥ Certo Amore per Principianti o La vita per principianti, sarebbero stati dei titoli meno originali. Ovviamente sono solo mie congetture, forse all’autrice suonava bene intitolare così il libro.

 

P.S. Il titolo deriva dall’abitudine di Lisa e del Gran capo di mangiare in ufficio nella pausa pranzo Sushi. Molto riluttante all’inizio, anche Ashlingh ne sarà coinvolta.

 

Sushi per principianti di Mariam Keyes

Sushi per principianti di Mariam Keyes

Mi hanno consigliato delle amiche, sempre della stessa autrice questo libro.

Qualcuna/o l’ha già letto?

 

 

Sushi per principianti di MAriam Keyes

Pagina Prova lALTRI POST LIBRI

HOME PAGE VANITY

 

http://issuu.com/vanitystyle (per vedere copiare ed incollare)

https://www.facebook.com/vanitystyleB (per vedere copiare ed incollare)

Apr 15, 2016 - Benessere e Salute    No Comments

Amicizia al femminile. Chiacchiere in libertà

 Pagina Prova bBENESSERE E SALUTE

The-Women

image-20151215-23198-10ijgfwSe è molto doloroso per te per criticare il tuo amico – allora devi farlo. Ma se stai prendendo piacere nel farlo, allora è il momento di morderti la lingua e tacere.

Alice Duer Miller


Amicizia al femminile. Chiacchiere in libertà

Pagina Prova bBENESSERE E SALUTE

AMICIZIA AL FEMMINILE PRIMA PARTE

 

Lettera blob d
opo vari tentativi andati a vuoto, sono riuscita a incontrare l’amica mia psicologa. Ne è nata una chiacchierata molto interessante e con
vanitystylemag

belle631

alcuni passaggi inaspettati. In questo post riporto le sue opinioni come risposta alle mie domande.

Amicizia al femminile. Chiacchiere in libertà

 

Amicizia al femminile

Amicizia al femminile

L’amicizia è una virtù femminile?

Il rapporto di amicizia è sempre stato ritenuto come l’espressione di un forte investimento affettivo. Questo è sempre stato ritenuto un patrimonio esclusivo delle donne. Gli uomini hanno sempre vissuto con uno spirito competitivo. Nella realtà l’amicizia è valida ed è un valore per tutti, uomini e donne.

Noi donne siamo amiche in modo diverso rispetto agli uomini?

Nei tempi passati era così, l’uomo coltivava la cosiddetta amicizia con l’A maiuscola. Una virtù per eletti, esercitata da persone di un certo lignaggio, si stringevano patti, si realizzavano accordi. A noi donne era riservata un’amicizia in ambito privato, quella del pettegolezzo e della chiacchiera, per capirci.

Amicizia al femminile

Amicizia al femminile

Però non puoi negare che noi chiacchieriamo?

Si è vero, in passato però le cose erano diverse. L’amicizia al femminile era l’occasione per le donne di esercitare il loro controllo sociale. L’arte del pettegolezzo e anche in alcuni casi della maldicenza, poteva rivelarsi dannosa per la malcapitata di cui si sparlava in termine negativo. Lei era considerata una poco di buono e quindi emarginata. Possiamo dire che le donne condizionavano la vita delle amiche attraverso le loro chiacchiere.

 

Erano solo pettegolezzi?

No l’amicizia fra donne sviluppava una vera e propria rete d’aiuto, spesso legata al quartiere, al paese, il tutto sviluppato in ambiti ristretti.

E oggi?

Molto è cambiato. Gli stili di vita, i modelli di comportamento, le condizioni economiche. Questo ha reso l’amicizia, un valore più espressivo, anziché strumentale come un tempo. Siamo più liberi, meno condizionati. Questo vale sia per l’uomo sia per la donna.

In che senso?

Ognuno sceglie le proprie amicizie in base alle preferenze. È molto diminuita la funzione di controllo sociale, abbiamo più possibilità. Non ci curiamo più di tanto del giudizio altrui, certamente in maniera minore rispetto al passato.

Ritornando all’amicizia al femminile. Come la possiamo caratterizzare oggi?

Potremmo riassumere così. Gli uomini fanno, le donne parlano. I maschi la sviluppano tramite delle pratiche di condivisione, come lo sport o un hobby. Noi donne siamo più espressivi. Ci fidiamo, ci confidiamo, ci affidiamo. Le nostre amicizie si fondano sulla cura e la fiducia. Valori tipicamente femminili.

Amicizia al femminile

Amicizia al femminile

Accudire in sintesi?

Da sempre la donna si prende cura degli altri. È il nostro patrimonio etico e morale. Sappiamo ascoltare. Io credo che lo psicologo, sia un mestiere al femminile.

Campo delicato, come fidarsi e come verificare questa fiducia?

Amicizia al femminile

Amicizia al femminile

Sul campo e con i fatti. Nella vera amicizia, deve essere incondizionata, dobbiamo essere sicure dell’altra persona. Se ci affidiamo alla sola speranza, la delusione è sempre in agguato.

Argomento delicato. La proverbiale invidia tra donne, le liti, gli sgambetti?

In parte sono luoghi comuni, in parte esiste. Siamo invidiose dell’amica bella, di quella fortunata. Proviamo sì dell’astio, ma anche uno sprone per cercare di emularla. Questo però accade anche agli uomini.

Anche gli uomini s’invidiano e si copiano?

In questa società basata tutta sull’apparenza la risposta non può essere che positiva. Sia l’invidia, come l’emulazione non ha sesso.

Quindi non è vero, che noi competiamo con le amiche, mentre gli uomini fanno squadra?

No, noi donne sappiamo fare squadra benissimo.

Amicizia al femminile

Amicizia al femminile

L’amicizia fra donne è davvero un valore così importante?

Spesso lo è. Pensa alle single, deluse dal marito fuggito con la ballerina o la segretaria di turno. Alle prese con i figli, l’ufficio, o alla perenne ricerca di un compagno. Un’amica ti offre una relazione serena, senza conflitti, si hanno cose ed esperienze comuni, tutto in un rapporto paritario e di condivisione. Noi donne abbiamo innata la capacità di parola e di ascolto. Ti posso dire chiudendo la nostra chiacchierata, che gli uomini se vogliono essere veri amici, devono imparare da noi.   Mi scuso se sono stata un po’ lunga Care Amiche, ma mi piaceva esporvi tutta questa nostra chiacchierata.

Amicizia al femminile. Chiacchiere in libertà

Pagina Prova bBENESSERE E SALUTE

AMICIZIA AL FEMMINILE PRIMA PARTE

Pagina Prova bALTRI POST BENESSERE E SALUTE

 

Rivistabellepdf16-2 copiaVanityStyle

HOME PAGE VANITY

http://issuu.com/vanitystyle (per vedere copiare ed incollare) https://www.facebook.com/vanitystyleB (per vedere copiare ed incollare)

Apr 13, 2016 - Cucina    No Comments

In tavola 6 primi con verdure P. 2

Pagina cucina CUCINA

In tavola 6 primi con verdure P. 2

In tavola 6 primi con verdure P. 2

Catherine-Deneuve-cotonatura-anni-60_su_vertical_dynGli italiani hanno solo due cose per la testa: l’altra sono gli spaghetti. Catherine-Deneuve

Rivista bellepdf16-2 copiaVanityStyle

 

 

In tavola 6 primi con verdure P. 2

 

Lettera blob per un pranzo in leggerezza o una cenetta improvvisata, ecco alcune ricette semplici e gustose. Di sicuro ci sarà chi vi chiederà il bis!
vanitystylemag

belle631

Ecco le altre 3:

Pagina cucina

PENNETTE AI FAGIOLINI

In tavola  6 primi con verdure P. 2

Retro smiling woman cooking and reading recipe book in her kitchRicetta: Facile 

PENNETTE AI FAGIOLINI

PENNETTE AI FAGIOLINI

Origine del piatto: Italiana Dosi:  4 persone Preparazione: 25 minuti

Cottura; 15 minuti Calorie/porzione: 480 kcal

Ingredienti  :

☞ 320 gr di pennette
☞ 150 gr di pomodori secchi sott’olio
☞ 250 gr di fagiolini
☞ 40 gr di pecorino in un solo pezzo
☞ 1 spicchio d’aglio
☞ 1 peperoncino piccante
☞ 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva

☞ sale

Preparazione : 
☞ Lavate i fagiolini, spuntateli e fateli a pezzetti
☞ Sgocciolate i pomodori dall’olio e tritateli
☞ Sbucciate l’aglio
☞ Riducete il pecorino a scagliette sottili
Cottura : 
☞ Portate a bollore in una pentola abbondante acqua salata
☞ Rosolate 2 minuti nell’olio l’aglio e il peperoncino, che poi eliminerete. Tenete in caldo

☞Buttate nell’acqua prima i fagiolini, quindi le pennette e portate a cottura

Presentazione : 

☞Scolate pasta e fagiolini e conditeli subito con i pomodori e l’olio caldissimo ☞Mescolate velocemente, completate con le scaglie di pecorino e servite

Chef woman.

L’INGREDIENTE DOC

I pomodori secchi sono una specialità del Sud Italia. Si trovano in commencio anche sfusi, non conservati sott’olio

PER CHI HA ANCORA FAME

Ecco qualche idea per completare il pasto con secondi rapidi e saporiti

I sapori decisi delle pennette con fagiolini possono precedere un semplice piatto a base di uova sode e insalatona mista

Pagina cucina

RISOTTO IN SALSA VERDE

 

In tavola  6 primi con verdure P. 2

Retro smiling woman cooking and reading recipe book in her kitchRicetta: Facile    Origine del piatto: Italiana Dosi:  4 persone

RISOTTO IN SALSA VERDE

RISOTTO IN SALSA VERDE

Preparazione:15 minuti Cottura; 22 minuti Calorie/porzione: 475 kcal

Ingredienti  :

☞ 320 gr di riso per risotti
☞ 1 ciuffo di prezzemolo
☞ 4 filetti di acciuga
☞ 2 spicchi d’aglio
☞ 1 cipolla
☞ 3 cucchiai di burro
☞ 6 cucchiai di grana

☞ 1/2 bicchiere di vino bianco secco

☞ 1 dado
☞ 2 cucchiai di olio d’oliva
☞ 2 peperoncini rossi sott’olio

☞ sale

Preparazione : 
☞ Tritate la cipolla
☞ Sgocciolate i peperoncini e tagliateli a rondelline
☞ Tritate finemente il prezzemolo, lavato, con l’aglio e le acciughe
☞ Diluite il trito con l’olio, regolate di sale
Cottura : 
☞ Portate a bollore 1 ltitro d’acqua e unite il dado
☞ Fondete il burro e rosolatevi 2 minuti la cipolla

☞ Unite il riso e tostatelo 2 minuti, mescolando ☞ Sfumate con il vino (2 minuti) e cuoceteunendo mestoli di brodo bollente man mano che viene assorbito (16-17 minuti)

Presentazione : 

☞Unite il grana e fate riposare 2 minuti. Servite con salsa e peperoncino

PIU’ Aromatica

Chef woman.

Arricchite la salsa aggiungendo al prezzemolo foglie di basilico, di maggiorana, di origano fresco e di timo

PER CHI HA ANCORA FAME

Ecco qualche idea per completare il pasto con secondi rapidi e saporiti

Sempre di sicuro successo una caprese di pomodori, mozzarella e origano, sarà perfetta dopo il risotto in salsa verde

Pagina cucina

GNOCCHI ALLA SALVIA

In tavola  6 primi con verdure P. 2

Retro smiling woman cooking and reading recipe book in her kitchRicetta: Facile    Origine del piatto: Italiana Dosi:  4 persone

GNOCCHI ALLA SALVIA

GNOCCHI ALLA SALVIA

Preparazione: 5 minuti Cottura; 30 minuti Calorie/porzione: 575 kcal

Ingredienti  :

☞ 800 gr di gnocchi
☞ 400 gr di polpa di pomodoro
☞ 150 gr di ricotta
☞ 2 rametti di salvia
☞ 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
☞ 3 cucchiai di burro
☞ 1 cipolla

☞ 3 cucchiai di grana ☞ 1/2 bicchiere di latte ☞ sale

Preparazione : 
☞ Tritate la cipolla
☞ Frullate la ricotta con il latte e il grana

 

Cottura : 
☞ Portate a bollire abbondante acqua salata
☞ Scaldate il forno a 200 gradi

☞ Friggete 2 minuti la salvia in 2 cucchiai di burro

☞ Rosolate 2 minuti nell’olio la cipolla
☞ Unite il pomodoro e cuocete 15 minuti, salate

☞ lessate gli gnocchi, scolandoli man mano che vengono a galla ☞Conditeli con il sugo, sistemateli in una teglia imburrata, distribuitevi sopra la crema di ricotta e la salvia e fate dorare in forno (circa 10 minuti)

Presentazione : 

☞Servite gli gnocchi caldi

IL NOSTRO CONSIGLIO

Utilizzate pomodori freschi: ne occorreranno 500 gr, da scottare 30 secondo in acqua bollente e poi pelare

Chef woman.

PER CHI HA ANCORA FAME

Ecco qualche idea per completare il pasto con secondi rapidi e saporiti

Per restare leggeri, dopo gli gnocchi gratinati servite un carpaccio di vitello con scaglie di parmigiano e foglioline di rucola spezzettate grossolanamente

 

Pagina cucina  CUCINA

In tavola 6 primi con verdure

ALTRE RICETTE CUCINA VANITY

 

HOME PAGE VANITY

http://issuu.com/vanitystyle (per vedere copiare ed incollare)

https://www.facebook.com/vanitystyleB (per vedere copiare ed incollare)

Apr 8, 2016 - Fashion Vanity    No Comments

Piccola guida Curvy Girl

Pagina Prova fashion FASHION

Curvy-Girl-Says-Holder

 

mediaOggi le gonne diventano sempre più corte e le scollature sempre più profonde: dobbiamo soltanto aspettare che s’incontrino.

Pierre-Jean Vaillard

 

a4189-xsmall

 

 

 

 

Rivistabellepdf16-2 copiaVanityStyle

 

 

 

 

Piccola guida Curvy Girl

La moda pensa solo alle donne magre? Quesito allettante E a noi curvy girl chi ci pensa?
vanitystylemag

belle631

 

Piccola guida Curvy Girl

Lettera blob taglia quaranta o addirittura la trentotto, una chimera per noi curvy girl.
Ogni giorno la moda ci sbatte in faccia queste misure. Per una curvy girl allora non c’è speranza?

Certo che no!

Piccola guida Curvy Girl

Piccola guida Curvy Girl

Con questa piccola guida curvy girl, anche noi possiamo apparire belle ed eleganti. Sia nelle serate importanti, sia in ufficio o tra amiche. E anche udite udite essere invidiate dalle cosiddette donne grissino.

Prima di iniziare una premessa. Tante di noi pensano che coprendosi con capi oversize sia la soluzione.

Niente di più sbagliato, sembreremmo ancora più abbondanti di quel che siamo. Donne siamo realiste innanzitutto, queste forme e fianchi abbondanti che il Buon Dio ci ha donato dobbiamo valorizzarle non nasconderle!

Trovo superfluo dire che una curvy non può indossare capi di abbigliamento strettissimi e succinti, il risultato sarebbe catastrofico.

Seguiamo le nostre forme, non le passerelle. Questo è forse l’indizio più importante da seguire. Le ultime tendenze non ci aiutano, oltretutto come ben sapete, cambiano a ogni nuova sfilata. Per un periodo va lo stile anni 50, poi i pantaloni a zampa, poi maglie cortissime che mettono in mostra l’ombelico. Se vanno di moda, non significa che siamo obbligate a vestirci così. Saremo perfette e alla moda lo stesso, se seguiamo lo stile del nostro corpo, non quello delle passerelle.

 

Piccola guida curvy girl

Per le tendenze della moda, quelle che dobbiamo seguire sono quando si parla di accessori.

Piccola guida Curvy Girl

Piccola guida Curvy Girl

Poniamo l’accento sui nostri punti forti. Mettiamoli in risalto senza paura o tentennamenti. Punto vita sottile, tipico per una curvy girl (la sottoscritta non fa eccezione). Una sottile cintura in vita e la nostra silhouette è ridisegnata.

  Colori, se ben sfruttati, ci possono aiutare. Una tinta forte sulla parte che vogliamo evidenziare, servirà a spostare l’attenzione dalle zone più critiche.

  Biancheria shaping. Ragazze, signore, parlo per conoscenza personale, funziona veramente fidatevi. Da usare con cura il look corretto deve avere una buona base. Se potete, spendete qualche soldo in più, sottovesti, bustier, guaine, body e altri tipi di forme contenitive eleganti e di classe, ci daranno quella marcia in più.

Piccola guida Curvy Girl

Piccola guida Curvy Girl

Importante, anche se già detto. Abiti in linea con la nostra figura. Non modelli troppo corti e specialmente no a quelli troppo larghi, evitiamoli!!!

  Certo costa qualcosina, ma affidarsi a una brava sarta può aiutare. In vetrina vedete un capo che vi piace moltissimo, ma provandolo vi rendete conto che non è perfettissimo. Affidatevi alle sue mani esperte, lei lo elaborerà secondo la vostra figura.

Partite dal concetto che le taglie, alle volte sono puramente indicative. Non impressionatevi, da un marchio all’altro la differenza può essere notevole.

Questo punto è conseguenza di quello prima. Dato che da brand a brand le taglie non sono mai uguali, è importante conoscersi al centimetro. Così sappiamo, dove possiamo arrivare.

Piccola guida Curvy Girl

Piccola guida Curvy Girl

  Sfruttiamo le tecnologie moderne. Sì allo shopping on line, moltissimi marchi hanno delle sezioni per noi curvy e le vendono. Basta solo aver un po’ di pazienza nella ricerca.

  Ogni tanto rinnoviamo il nostro stile. Cambiare look, può essere una soluzione.  Non vale solo per l’abbigliamento, anche i nostri capelli ogni tanto diamogli un nuovo taglio o colore.

  Se ancora ci sentiamo insicure e poco trendy, usiamo accessori come il foulard. Un capo elegante frizzante e sempre di tendenza. Non può certo starci male.

  Tacchi e ancora tacchi. Sono i nostri più fedeli alleati. Attenzione, non tacchi anonimi, giocate sui colori, sulla scarpa originale, anche con lustrini. Vi noteranno tutti. Vedrete la differenza.

  Ricordate le donne curvy dei favolosi anni 50. I loro vestiti a pois, o gli abiti fantasiosi con stampe originali che spesso indossavano. Proviamoli anche noi, non resteremo deluse.

Piccola guida Curvy Girl

Piccola guida Curvy Girl.

  Trovate o per vostra abilità o per conoscenza un make up che ben vi si adatti. In rete se ne possono trovare d’idee. La foto qui riportata può essere d’esempio.

  Scegliamo tessuti che si adattano alla nostra figura. Seta e cotone morbido scivolato fanno al caso nostro.

  Non seguiamo delle regole, anzi dimentichiamocene. Proviamo e riproviamo, sperimentiamo in prima persona. Vita alta, righe e colori forti, ad alcune stanno bene, ad altre no.

  Curiamoci e coccoliamoci. Un po’ di relax e di benessere, qualche trattamento di bellezza. Massaggi, manicure e pedicure, non potranno che giovare al nostro ego.

  Tante volte, (a me è capitato), compriamo abiti con misure più piccole, con la speranza alla fine di riuscire a indossarli. Non serve e non servono. Soldi spesi inutilmente, godiamoci invece il nostro essere curvy.

 

Piccola guida Curvy Girl

Piccola guida Curvy Girl

♥♥♥♥ Sarò ripetitiva, ma la cosa più importante, prima che la taglia o la moda, è sorridere e stare bene con se stesse. Se siamo radiose, appariamo sempre belle e affascinanti.

 

 

Piccola guida curvy girl

 

Pagina Prova fashionPOST FASHION VANITY

 

HOME PAGE VANITY

http://issuu.com/vanitystyle (per vedere copiare ed incollare)

https://www.facebook.com/vanitystyleB (per vedere copiare ed incollare)

 

 

 

 

 

 

 

Apr 4, 2016 - Cucina    No Comments

In tavola 6 primi con verdure

Pagina cucina CUCINA

Prestiti-per-le-Casalinghe

 

50enni-018-raquel-welch-corbis_MGTHUMB-BIG“Non sono stata una classica madre, ma i miei figli non sono mai stati espulsi da scuola. Non ho cucinato biscotti: si possono comprare i biscotti, ma non si può comprare l’amore.”

Rivista bellepdf16-2 copiaVanityStyle

In tavola 6 primi con verdure

Lettera blob per un pranzo in leggerezza o una cenetta improvvisata, ecco alcune ricette semplici e gustose. Di sicuro ci sarà chi vi chiederà il bis!
vanitystylemag

belle631

 

 

 

 

 

Ecco le prime 3:

Pagina cucina

Retro smiling woman cooking and reading recipe book in her kitchMEZZE PENNE AI BROCCOLI

 

In tavola  6 primi con verdure

Ricetta: Facile 

In tavola  6 primi con verdure

Mezze penne ai broccoli

StrisciaOrigine del piatto: Italiana

Dosi:  4 persone

Preparazione: 15 minuti

Cottura; 22 minuti

Calorie/porzione: 410 kcal

Ingredienti  :

☞ 320 gr di mezze penne
☞ 400 gr di broccoli
☞ 2 peperoni rossi
☞ 4 cucchia di olio extravergine d’oliva
☞ sale e pepe
Preparazione : 
☞ Mondate i peperoni di semi e picciolo, lavateli e riduceteli a cubetti
☞ Sbucciate la cipolla e tritatela grossolanamente con un coltello
☞ Lavate e dividete i broccoli in cimette; tagliate a pezzettini le parti più tenere dei gambi
Cottura : 
☞ Portate a bollore abbondante acqua salata
☞ Rosolate 2 minuti la cipolla con l’olio

☞ Unite i peperoni, salate, pepate, coprite e cuocete 20 minuti (i peperoni devono emettere e riassorbire il loro sugo)

 ☞ Buttate nell’acqua prima i broccoli per la pasta e portate a cottura
Presentazione : 

☞Scolate pasta e broccoli, condite con i peperoni rosolati e servite

Chef woman.PIu’ rICCA DI COSI’

Per rendere la pasta più golosa spolverizzatela, prima di servirla, con un’abbondante grattuggiata di pecorino piccante

PER CHI HA ANCORA FAME

Ecco qualche idea per completare il pasto con secondi rapidi e saporiti

Dopo le mezze penne di broccoli offrite una selezione di formaggi freschi e stagionati ben sistemati su un letto di lattughino

Pagina cucina FUSILLI AI POMODORINI

In tavola  6 primi con verdure

Retro smiling woman cooking and reading recipe book in her kitchRicetta: Facile 

Origine del piatto: Italiana

Dosi:  4 persone

Preparazione: 10 minuti

In tavola  6 primi con verdure

Fusilli ai pomodorini

Cottura: 27 minuti

Calorie/porzione: 430 kcal

Ingredienti  :

☞ 320 gr di fusilli
☞ 300 gr di pisellini surgelati
☞ 300 gr di pomodorini ciliegia
☞ 1 cipolla
☞ 1 spicchio d’aglio
☞ 5 cucchiai di olio extravergine di oliva

☞ sale

Preparazione : 
☞ Sbucciate e tritate la cipolla? Sbucciate l’aglio
☞ Lavate i pomodorini e tagliateli in 4 parti
Cottura : 
☞ Portate a bollore abbondante acqua salata
☞ Scaldate 2 cucchiai d’olio in una casseruola e rosolate 2 minuti la cipolla

☞ Aggiungete i piselli, cuoceteli 5 minuti a fuoco basso e salateli

☞ Unite 4-5 cucchiai d’acqua calda, coprite e cuocete 20 minuti a fuoco bassissimo
☞ Rosolate 1 minuto l’aglio con l’olio rimasto

☞ Unite i pomodorini e cuocete 2 minuti a fuoco vivo. Eliminate l’aglio e salate

☞ Buttate nell’acqua i fusilli e poratateli a cottura
Presentazione : 

☞ Scolate i fusilli, conditeli con le verdure e servite

Chef woman.IL TOCCO IN PIU’

Cospargete la pasta con qualche filo di erba cipollina sforbiciata, che darà al piatto un sapore gradevolmente aromatico

PER CHI HA ANCORA FAME

Potete servire dopo i fusilli una tartare di carne di manzo tritata, insaporita con tuorlo e aromi

Pagina cucina  RISOTTO AGLI SPINACI

In tavola  6 primi con verdure

Retro smiling woman cooking and reading recipe book in her kitchRicetta: Facile 

Origine del piatto: Italiana

Dosi:  4 persone

Preparazione: 15 minuti

In tavola  6 primi con verdure

Risotto agli spinaci

Cottura: 27 minuti

Calorie/porzione: 540 kcal

Ingredienti  :

☞ 320 gr di riso per risotti
☞ 600 gr di spinaci
☞ 250 gr di mozzarella
☞ 1 pomodoro
☞ 1 cipolla
☞ 1/2 bicchiere di vino bianco secco
☞ 1 dado

☞ 3 cucchiai di burro

Preparazione : 
☞ Pulite gli spinaci, lavateli e tagliateli a pezzi
☞ Tritate la cipolla
☞ Tagliate a pezzetti la mozzarella e il pomodoro
Cottura : 
☞ Fate bollire 1 litro d’acqua e scioglietevi il dado
☞ Rosolate 2 minuti nel burro la cipolla

☞Unite il riso e tostatelo finchè i chicchi diventano bianchi (circa 2 minuti), sempre mescolando

☞ Sfumate con il vino e fatelo evaporare (2 minuti)

☞ RUnite spinaci e metà brodo e cuocete 8 minuti

☞Portate a cottura versando il resto del brodo a mestoli man man che viene assorbito (8 minuti)

 

Presentazione : 

☞Unite al riso mozzarella e pomodoro e fate riposare 2 minuti prima di servire, coprendo con un telo

In tavola  6 primi con verdure

In tavola 6 primi con verdure

PER CHI HA FRETTA

Utilizzate spinaci surgelati e riso per risotti a cottura rapida: dimezzerete così il tempo di preparazione della ricetta

PER CHI HA ANCORA FAME

Ecco qualche idea per completare il pasto con secondi rapidi e saporiti

Per un pranzo tutto vegetariano, fate seguire al risotto agli spinaci dei pomodori ripieni di caprini alle erbe

Pagina cucina  CUCINA

In tavola 6 primi con verdure

ALTRE RICETTE CUCINA VANITY

 

HOME PAGE VANITY

http://issuu.com/vanitystyle (per vedere copiare ed incollare)

https://www.facebook.com/vanitystyleB (per vedere copiare ed incollare)