Archive from gennaio, 2017
Gen 25, 2017 - Libri Vanity    No Comments

MA TU MI VEDI GRASSA?-Diario di una donna complicata

 

Pagina Prova l LIBRI

MA TU MI VEDI GRASSA?-Diario di una donna complicata

 

MA TU MI VEDI GRASSA?-Diario di una donna complicata

MA TU MI VEDI GRASSA?-Diario di una donna complicata

image_galleryMolto spesso noi donne siamo grasse, ma voi uomini siete pesanti, e per questo mettersi a dieta non basta.

Geppi Cucciari

MA TU MI VEDI GRASSA?-Diario di una donna complicata

belle631

belle631

 

Lettera blob diversi giorni fa si chiacchierava tra amiche di classici problemi femminili. Dopo vari argomenti la nostra discussione è caduta sulla bilancia. Inavvertitamente la sottoscritta ha esclamato “penso di essere ingrassata, me ne accorgo perché alcune gonne fatico a indossarle”.

MA TU MI VEDI GRASSA?-Diario di una donna complicata

Conoscendo le girls, mi sono subito pentita di quanto detto, sapevo che lo sfottò era in agguato. Complici le vacanze natalizie, con il nostro consueto scambio di regali, la mia supposizione è diventata certezza.

Il loro cadeau portava la scritta:

A belle DALLA SUA AMICA JACKIE

Perplessa ho ringraziato, ma tra me e me mi domandavo, non conosco nessuna Jackie o Jacqueline o simile.
Inizio ad aprire il contenuto, molto ben contraffatto per non farmi capire: Subito mi accorgo che si tratta di un libro dal titolo inequivocabile.

MA TU MI VEDI GRASSA di Arabelle Weir.

Ovviamente sono stata al gioco ringraziandole calorosamente, non mancando però di punzecchiarle ogni tanto durante il nostro incontro.

Ma chi era Jackie?

A casa, ho posato il libro, con l’intenzione di leggerlo durante la serata: Presa da lavoro e faccende domestiche, non me ne sono più ricordata.

La sera, dopo aver bevuto la mia consueta tisana, messa la camicia da notte ero pronta a entrare tra le braccia di Morfeo.

Casualmente l’occhio si posa sul comò della stanza da letto.

Era lì che avevo posato il libro che mi era stato regalato. Distrattamente inizio a leggerlo

MA TU MI VEDI GRASSA?-Diario di una donna complicata

MA TU MI VEDI GRASSA?-Diario di una donna complicata

Ecco chi era Jackie!

È la protagonista del libro, precisamente:

Jacqueline Pane, 33 anni, single, altezza 1.65, taglia 44, per la precisione il sopra è una 44 e il sotto di solito una 46. Lavora per il più grande fornitore di computer d’Inghilterra, un’ottima posizione.

3 Gennaio

Jackie inizia a scrivere un nuovo diario, con alcune solenni promesse:

Diario nuovo vita nuova: “Voglio ricominciare da capo. Voglio avere un atteggiamento più positivo verso la vita. Voglio essere più magra, più brava in tutto, cominciare e portare a termine la nuova dieta cinese, fare un sacco di soldi extra scrivendo un manuale di autostima ecc. ecc.”.

Ma qual è il vero problema di Jackie, è lo stesso di molte altre donne, il vedersi grassa, nel suo caso addirittura enorme.

La scrittrice in alcuni casi esaspera questa situazione; Jackie in alcuni casi rasenta veramente la follia.

Ecco alcuni esempi:

Se le tengono aperta la porta dell’ascensore, pensa che lo facciano solo evitare di essere spiaccicati contro la parete dalla cicciona (lei ovviamente), se calpestando un tombino, fa rumore pensa che tutti in strada abbiano pensato che la colpa è sua perché pesa troppo, se il suo capo la convoca in ufficio e si complimenta per un lavoro fatto, bene è perché lei gli fa pena per la sua stazza… addirittura quando finalmente decide di rivolgersi a una psicologa si fa prendere dal panico perché la donna è grassa!

Pensieri che se ci analizziamo nel profondo, tutte, sperano in maniera non così esasperata abbiamo fatto.

Collegato al peso, non poteva mancare la cellulite, Jackie, condividiamo lo stesso pensiero.

Ecco cosa scrive sulla cellulite: “A volte vorrei poter condividere la tirannia della cellulite…Io ce l’ho fino ai piedi e sono certa che si stia diffondendo anche sul davanti…chissà se è come la muffa: più ce n’è più cresce”. Sul sedere e sul seno di strane dimensioni: “Le mie chiappe hanno decisamente una mente tutta loro, e quella mensola ha uno spirito del tutto indipendente”.

Anche qui alzi la mano chi non ha fatto gli stessi ragionamenti (come sempre meno catastrofici) davanti allo specchio che implacabilmente ci guarda.

La sua vita sentimentale?

Anche quella è limitata dalle sue continue paure e angosce.

Quando Andy suo collega di lavoro, la invita finalmente a uscire, lei trova il modo di svenire durante l’appuntamento.

MA TU MI VEDI GRASSA?-Diario di una donna complicata

MA TU MI VEDI GRASSA?-Diario di una donna complicata

Un incontro che Jackie si era più volte visualizzata nella sua mente. I drammi perché non entra più in gonne e vestiti. Decisa allora digiuna, sino al giorno fatidico ma complice la debolezza e una guaina contenitiva troppo stretta, per entrare in quel vestito, preso apposta una taglia in meno… Il risultato: esilarante; Jackie si ritrova la mattina nel proprio letto, senza sapere come e perché. Una caterva di domande la assilla, l’unica cosa di cui è certa è di evitare in tutti modi Andy sul luogo di lavoro, inventando stratagemmi folli e inconsueti al tempo stesso.

Situazioni che sotto sotto ognuna di noi vive o ha vissuto. In fin dei conti quali sono le differenze tra una guaina contenitiva e capi Body Shaper per curvy (capito belle).

Come detto all’inizio per cercare di guadagnare qualche soldino extra Jackie tenta di scrivere un Manuale di Autostima femminile.

Le sue paure e insicurezze, riaffiorano anche qua, ecco cosa scrive su come presentarsi a un colloquio di lavoro:

“Non preoccupatevi, ragazze…tutte pensiamo che le nostre prospettive di lavoro dipendano dalla misura del nostro sedere…ora calmatevi e affrontate questa paura ragionevolmente e razionalmente…qualcuno davvero non vi darà un lavoro perché avete il sedere grosso?”

Non parliamo poi di quanto fa lei stessa sul lavoro, per cercare di non mostrare il suo enorme sedere (così lei si vede). Rasenta o resta appoggiata al muro tenendo sempre le sue estremità ben appoggiate alla parete, oppure quando è in riunione, con la scusa di prendere appunti esce sempre per ultima dalla stanza.

Questi sono alcuni piccoli accenni a “MA TU MI VEDI GRASSA”: Ringrazio le amiche che in alcuni casi hanno fatto centro (mi conoscono). Chiudo con una frase che tutte alla fine come Jackie abbiamo detto:

MA TU MI VEDI GRASSA?

“Se rispondi, di si piango. Se rispondi di no, non ti credo.”

MA TU MI VEDI GRASSA?-Diario di una donna complicata

 

bellepdf16-2 copiaRivistaVanityStyle

 

 

 

Pagina Prova lALTRI POST LIBRI

HOME PAGE VANITY

http://issuu.com/vanitystyle (per vedere copiare ed incollare)

https://www.facebook.com/vanitystyleB

belle631

belle631

https://www.facebook.com/robadadonne/

I consigli di belle (divertentissimo)

Gen 12, 2017 - News Vanity    No Comments

MA CHE GIORNATA–PILLOLE DI VITA QUOTIDIANA P.1

Pagina Prova n NEWS-ATTUALITA’

 

MA CHE GIORNATA–PILLOLE DI VITA QUOTIDIANA P.1

MA CHE GIORNATA–PILLOLE DI VITA QUOTIDIANA P.1

photoIl numero uno della radice di tutte le malattie, come sappiamo, è lo stress.

Marianne Williamson

MA CHE GIORNATA–PILLOLE DI VITA QUOTIDIANA P.1

belle631

belle631

Lettera blob piccoli problemi costellano le nostre giornate. Incidenti domestici, piccoli ritardi o scaramucce familiari. Trascurabili se presi singolarmente insopportabili tutti insieme. Le nostre esistenze spesso sono un continuo percorso ad ostacoli. Come sopravvivere in questa giungla… pazienza e ironia. Doti che non mancano a nessuna di noi.

MA CHE GIORNATA–PILLOLE DI VITA QUOTIDIANA P.1

Ore 08.15

Figli usciti, marito pronto, colazione fatta. Posso finalmente vestirmi, solo venti minuti per prepararmi e correre in ufficio.

Eterno dilemma femminile, come mi vesto?

Apro la finestra, che freddo; camicia da notte e vestaglia, in pieno inverno cosa speravo?

Ho deciso metto la gonna, inizia come sempre un’estenuante ricerca del collant ok. Il primo, sembra vada bene… ma alla fine il maledetto alluce con la solita smagliatura è lì ad attendermi. Non demordo, ne provo ancora, al terzo affranta sto per arrendermi e mi maledico.

Cretina, perché non li controlli mai, o almeno preparati la sera cosa indossare!

MA CHE GIORNATA–PILLOLE DI VITA QUOTIDIANA P.1

MA CHE GIORNATA–PILLOLE DI VITA QUOTIDIANA P.1

La sera… tra figli marito cena e pulizie varie, ho giusto il tempo di fare una doccia prima di andare a dormire altro che controllare collant e biancheria intima.

Ne scovo un paio, lì in un angolo, soli soletti, apparentemente sembrano buoni. Speranzosa e ripromettendomi di fare nel week end il controllo delle calze, inizio a indossarli, prima una poi l’altra gamba. Salva!!! Sono Ok.

In fretta su la gonna, camicia bianca, quella con le ruches, penso tra me e me. Ok, facciamo quella inizia la ricerca. Dopo aver rivoltato cassetti e armadio inutilmente, la vedo che mi saluta dal cesto della biancheria da lavare.

Ora mi ricordo, l’avevo indossata sabato a quella cena, appena rientrata mi ero ripromessa di lavarla il giorno seguente, ma poi come sempre mi sono dimenticata.

Altre maledizioni a me stessa, al tempo stesso mi riprometto (l’ennesima promessa) di tenere un taccuino per i lavori domestici.

MA CHE GIORNATA–PILLOLE DI VITA QUOTIDIANA P.1

MA CHE GIORNATA–PILLOLE DI VITA QUOTIDIANA P.1

Sconsolata ne prendo una classica bianca dall’armadio, mi guardo allo specchio… il risultato, sono vestita come ieri, uffa e ancora uffa.

Delusa, metto il giacchino, mi trucco, infilo scarpe cappotto ed esco. Almeno spero, dove sono le chiavi della macchina, la borsa.

Si potrebbe aprire un trattato, tra borsa e donna, penso che mi capiate care Amiche.

Tutte le sere, io metto le chiavi dell’auto in un angolo nella borsa, per ritrovarmi la mattina a cercarle, o sul pianerottolo di casa o in strada. Per me lo fanno apposta, la notte si muovono ed io inizio la giornata mostrando a tutti il contenuto della mia bag.

MA CHE GIORNATA–PILLOLE DI VITA QUOTIDIANA P.1

MA CHE GIORNATA–PILLOLE DI VITA QUOTIDIANA P.1

Le maledette, sempre in fondo finiscono!

Alla fine, finalmente parto. Ultimamente, m’identifico sempre più spesso con la pubblicità di quella donna che indossa una gonna marrone in pelle (bella!!!), che evita incidenti solo grazie alla macchina dotata di sensori antincidente.  (questo è lo spot). Spero che abbiate capito quale intendo.

Trafelata arrivo in ufficio. Vedo le altre, come sempre tutte perfettine e in ordine, come fanno? Sono solo le 9 del mattino ed io sembro già uscita da molte ore.

In ufficio, sono giornate molto intense, sono assorbita totalmente dal lavoro.

ORE 15.00

Squilla il cellulare, “CASA”. Titubante rispondo di sicuro un problema. Mia figlia con voce flebile

“Mamy ho dimenticato a scuola il libro di latino, domani avrò la verifica”.

La voglia di mandarla a quel paese è tanta, ma mi trattengo.

“Come hai dimenticato il libro, non avevi le traduzioni da fare per prepararti al compito”.

“Sì, ora cosa faccio? “

“Telefona alla Francy e fattele dettare o spedire”.

Penso di aver risolto, riprendo il lavoro.

MA CHE GIORNATA–PILLOLE DI VITA QUOTIDIANA P.1

MA CHE GIORNATA–PILLOLE DI VITA QUOTIDIANA P.1

Risuona il cellulare

“Mamy, Francy è a nuoto?”

Prova con qualche altra compagna le dico. Mi elenca gli impegni delle altre amiche, sono tutte fuori.

“Cosa faccio”.

“Sto lavorando, ho un progetto urgente da consegnare” le dico “ora non ho tempo”.

Piangendo mi chiude la telefonata.

Tento di lavorare, ma i rimorsi mi assillano. Sì è un po’ distratta la piccola, però s’impegna; ora è disperata. Che faccio.

Prendo la Cara Vecchia Agenda, cerco il numero delle mamme di alcune sue compagne. Provo e riprovo, alla fine la mamma di Grace mi risponde. Ora conosco tutti i suoi dolori e doloretti, ma ho le traduzioni.

Orgogliosa richiamo mia figlia.

“Tesoro, ho le traduzioni”

Con aria e fare disinteressato.

“Non servono più Mamy, Francy è rientrata prime e me le ha spedite tutte, con anche le correzioni.”

MA CHE GIORNATA–PILLOLE DI VITA QUOTIDIANA P.1

MA CHE GIORNATA–PILLOLE DI VITA QUOTIDIANA P.1

Penso, la prossima volta non mi freghi più, ma sai benissimo che ci ricascherai di nuovo.

Ore19.00

Finalmente sotto casa con le borse della spesa. Stanca, provata ma soddisfatta, per aver fatto tutto in tempo. Inizia la ricerca parcheggio… (continua)

Post create grazie alle amiche con spunto da Rivista femminile

Pagina Prova n NEWS-ATTUALITA’

MA CHE GIORNATA–PILLOLE DI VITA QUOTIDIANA P.1

Rivistabellepdf16-2 copiaVanityStyle

Pagina Prova n POST NEWS-ATTUALITA’

 

 HOME PAGE VANITY

http://issuu.com/vanitystyle (per vedere copiare ed incollare)

https://www.facebook.com/vanitystyleB

Gen 4, 2017 - Benessere e Salute    1 Comment

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

 

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

 

185052087-cbe0a511-d36b-4a99-8995-a8e7e7b7fcd1Penso a tutte quelle donne sul Titanic che hanno detto, ‘No, grazie’ al carrello dei dolci. E per che cosa ?!

Erma Bombeck

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

belle631

belle631

Lettera blob come tutte, penso che anche voi Care Amiche, siate, se non in perenne lotta con la bilancia, in rapporti non proprio amichevoli. Navigando in rete ho trovato questo post che propone alcuni cibi che potrebbero aiutarci in questa incessante lotta.

 

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

Pomodoro: il miglior antiossidante naturale

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

Indispensabile nella dieta mediterranea il pomodoro è ricco di vitamine e sali minerali. Accelera il nostro metabolismo ed ha proprietà digestive e diuretiche. Grazie alla presenza del licopene, il pomodoro ètra i cibi antiossidanti per eccellenza.

Anguria: appaga gusto e vista

L’anguria contiene il 92% di acqua e nonostante la sua dolcezza contiene pochi zuccheri e quindi poche calorie. Frutto depurativo per eccellenza è indicato per combattere la ritenzione idrica ed è molto utilizzata nelle diete dimagranti perché dà un senso di sazietà.

Cipolla bianca: antiossidante e depurativa

La cipolla bianca possiede proprietà depurative e antiossidanti. Aiuta a combattere la cellulite e la ritenzione idrica grazie alle sue vitamine e sali minerali. E’ un potente antibiotico presente in natura ed è ricca di minerali come ferro, fosforo, magnesio, calcio manganese e di vitamine A, B1, B2, C e E.

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

Tè verde: riduce la stanchezza

Il tè verde grazie alle sue proprietà stimola il metabolismo, riduce la stanchezza e in più facilita la termogenesi, cioè l’utilizzo dei grassi per produrre energia. Contiene sostanze che hanno proprietà diuretiche come la teofilina e la teobromina. Consumare tè verde la mattina o durante la giornata è un’abitudine salutare e utile per stare bene.

Ananas: drenante e digestivo

L’ananas ha poche calorie ed essendo ricco di acqua può favorire l’eliminazione dei liquidi. Grazie alla bromelina facilita la digestione delle proteine più complesse. E’ possibile consumare questo frutto sotto forma di centrifugato per apprezzarne al meglio il suo succo.

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

Il pompelmo rosa: meno ritenzione e meno fame nervosa

Il pompelmo, ricco di vitamina C, aiuta a combattere la ritenzione idrica e la cellulite. Grazie alle sue proprietà depura il fegato e abassa il colesterolo. Un alimento sempre a portata di mano che contribuisce anche ad innalzare le difese immunitarie.

Mele rosse: depurative e digestive

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

Le mele contengono la pectina, una sostanza in grado depurare il nostro organismo da tutte le sostanze tossiche. Le mele rosse sono ricche di proprietà: fanno bene al cuore, sono antiossidanti e digestive, grazie alla presenza delle fibre. Dose consigliata: due mele rosse al giorno.

Peperoncino: stimola il metabolismo e facilita la digestione

Il peperoncino piccante è uno dei migliori rimedi naturali per dimagrire. Facilita infatti la digestione ed accelera il metabolismo, aiutando il nostro corpo a bruciare maggiori quantità di grasso. Inoltre è ricco di vitamina A, Beta Carotene e vitamina C. Ha proprietà antiossidanti ed aiuta la pelle a mantenersi giovane.

Zenzero: limita lo stimolo della fame

Lo zenzero è un’erba drenante e depurativa. Accelera il metabolismo e soprattutto aumenta il senso di sazietà. Un consiglio? Preparate una tisana allo zenzero, da gustare la sera: è digestiva ed antisettica. Un vero toccasana.

Sedano: contrasta la ritenzione idrica

Il sedano ha un basso apporto calorico ed un elevato potere diuretico. E’ inoltre ricco di vitamina A, C ed E, le vitamine antiossidanti per eccellenza. Da gustare crudo, fresco o frullato, è un ottimo alleato anche nella lotta ai trigliceridi e al colesterolo.

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

Pagina Prova bALTRI POST BENESSERE E SALUTE

Rivistabellepdf16-2 copiaVanityStyle

HOME PAGE VANITY

http://issuu.com/vanitystyle (per vedere copiare ed incollare)

https://www.facebook.com/vanitystyleB