Browsing "Benessere e Salute"
Mar 13, 2019 - Benessere e Salute    No Comments

SINGLE E PASTA!

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

SINGLE E PASTA!

SINGLE E PASTA!

C_4_articolo_2092535__ImageGallery__imageGalleryItem_4_image

Gli italiani hanno solo due cose per la testa: l’altra sono gli spaghetti.
Catherine Deneuve

 

 

 

Supermercato spesa della settimana

Porzione single di pasta

Due mani si toccano. Un brivido mi coglie, occhi maschili mi scrutano.

“Mi scusi”

belle631

belle631

“Di nulla” Alzo gli occhi, inizio nervosamente a toccarmi i capelli, sbatto ripetutamente gli occhi. Iniziamo a chiacchierare, mi sento bene, mi tranquillizzo. Parliamo delle porzioni di pasta per single. Continuando a chiacchierare arriviamo alle casse, ci mettiamo in fila, sono sempre più rilassata. Paghiamo, stiamo uscendo… problema tutto al femminile.

“Scusami” e corro in bagno! Ci sto parecchio, ho dovuto arrangiarmi alla meglio. Quando esco non c’è più!!! Cretina mi dico e adesso, non so nulla di lui. Uffa e ancora uffa!!!

SINGLE E PASTA!

Maledetti giorni, maledetto ciclo!!!…. SINGLE E PASTA!

Arrivo a casa tutta trafelata, lascio la spesa sulla tavola. Appena in tempo, levo gonna e scarpe e… ancora in bagno. Ne esco tutta accaldata e totalmente in confusione, gli ormoni sono impazziti. Come una pazza mi metto a sfogliare riviste che parlino sulle porzioni per single. Non so perché, ma lo faccio. Alla fine trovo l’articolo che qua riporto.

Devo andare più spesso al supermercato. Penso che diventerà una delle loro migliori clienti.

Maledetti giorni, maledetto ciclo!!!

SINGLE E PASTA!

Una bella coppia. Perché un piatto di farfalle o spaghetti aiuta chi vive sola\o a essere più felice a tavola. Senza esagerare con le calorie.

SINGLE E PASTA!

qualche chilo di troppo (io!!!!)…. SINGLE E PASTA!

Bello mangiare quando e come si vuole. Ma così è facile trasformare i pasti in spuntini, magari poco sazianti. più calorici e meno nutrienti. Chi  vive sola\o, quindi rischia di mangiare in modo scorretto e di ritrovarsi qualche chilo di troppo (io!!!!). Che fare?

 

CUCINARE CONVIENE

SINGLE E PASTA!

Basta un piatto di pasta su una tavola ben apparecchiata…. SINGLE E PASTA

Basta un piatto di pasta su una tavola ben apparecchiata: dà subito un senso  di calore e di “pasto vero” (oltre a saziare molto”. E cucinare permette di scegliere gli ingredienti, dosando grassi e sale, spesso eccessivi nei piatti pronti. Ma come evitare gli sprechi? L’avanzo di un arrosto può “inventare” un’insalata. E quando avete voglia di stare ai fornelli, potete congelare una scorta di piatti casalinghi, compresi sughi e contorni.

VARIETÀ’ NELLA DIETA

Non è bene acquistare sempre e solo i cibi preferiti e più comodi. Per esempio, esagerando con formaggi e salumi la dieta diventa troppo ricca di grassi, sale e nitrati e nitriti, usati negli insaccati. Invece ogni giorno bisogna mangiare cibi di tutti i gruppi alimentari (senza trascurare il pesce) e 5 porzioni tra frutta e verdura. Provando vegetali “nuovi” e tenendone sempre almeno 2-3 varietà. Per questo meglio pianificare i menù settimanali. Così basterà fare la spesa ogni tanto, (no io devo andarci spesso!) senza correre al super all’ultimo momento con il frigo vuoto (e magari all’ora dei pasti, quando è più difficile resistere alla tentazioni).

COLAZIONE? RICCA O LEGGERA

Per chi non ha un’alimentazione regolare il primo pasto è ancora più importante. Ottimi il latte, (io non lo digerisco, uffa e ancora uffa) possibilmente non a lunga conservazione e lo yogurt; da accompagnare con cereali, biscotti secchi, fette biscottate o pane, magari integrali per regolarizzare l’intestino. E la frutta? Fresca, meglio intere che in spremuta.

SINGLE E PASTA!

Per chi non ha un’alimentazione regolare….. SINGLE E PASTA!

“MONO” È  MEGLIO

Spesso le porzioni monodose sono convenienti, anche se costano di più. Un esempio? I sughi pronti. Una volta aperti vanno usati in pochi giorni: se si “dimenticano” in frigo si rischia di utilizzare una sola porzione e buttare il resto. E poi le confezioni pioccole aiutano a moderare i consumi e quindi le calorie. Finita la porzione di biscotti, grissini o gelato. per fare il bis occorre aprirne un’altra: ma se il sacchetto o la vaschetta che abbiamo davanti sono grandi è più facile andare avanti a oltranza. Magari, senza neanche rendersi conto della quantità consumata.

Grazie, Ciao

belle

50s

 

 

 

 

 

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

SINGLE E PASTA!

Pagina Prova bALTRI POST BENESSERE E SALUTE

Rivistabellepdf16-2 copiaVanityStyle

HOME PAGE VANITY

http://issuu.com/vanitystyle (per vedere copiare ed incollare)

 

Gen 10, 2019 - Benessere e Salute    No Comments

GUARDAROBA A CONFRONTO – Uomo vs. Donna

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

GUARDAROBA A CONFRONTO – Uomo vs. Donna

GUARDAROBA A CONFRONTO - Uomo vs. Donna

GUARDAROBA A CONFRONTO – Uomo vs. Donna

ob_73366a_aykczvlt-kf263z1z0lx17awla9zyts1e58zbo

Lei può avere cento vestiti e cinquanta paia di scarpe, essere emancipata, moderna e manageriale, ma se le proponete senza preavviso anche il più banale e innocuo avvenimento mondano, subito si leva il gridolino scandalizzato e vagamente rimproverante: «Ma non ho nulla da mettermi!».

Massimo Fini

 

GUARDAROBA A CONFRONTO – Uomo vs. Donna

Tutto è iniziato casualmente

belle631

belle631

durante il nostro tradizionale Cenone di Capodanno (a proposito auguri a tutte/i).

Mentre stavamo iniziando, mi alzo prima di tutte le altre girls per aiutare Francy (la padrona di casa) a portare i primi piatti. Faccio per avviarmi in cucina e…. mentre sto indossando il grembiule per non sporcarmi la gonna, trovo all’improvviso davanti a me il marito di Francy.

Mi prende delicatamente per un braccio, facendomi roteare su me stessa e ponendomi davanti a tutti i commensali. Con un mezzo inchino, mi dice:

“belle, tu sei la mia donna ideale”.

Prende le mie mani, e guardando la sala dice ancora:

“smalto sulle unghie”.

Poi mi alza il grembiule, mettendo in mostra la gonna di pelle che indosso:

“sottana”.

Mi passa una mano sui capelli e terminando:

“Capelli sciolti lunghi”

(una delle poche volte che non porto il mio tradizionale chignon alla Audrey).

Mi bacia la mano e ritorna a sedersi.

GUARDAROBA A CONFRONTO - Uomo vs. Donna

“smalto sulle unghie”….“sottana”….“Capelli sciolti lunghi”… GUARDAROBA A CONFRONTO – Uomo vs. Donna

Sala in completo imbarazzo, io totalmente inebetita da questa se vogliamo chiamarla avance.

Guardo verso la cucina sperando che Francy non si sia accorta di nulla.

Purtroppo la vedo, appoggiata alla porta con le mani appoggiate ai fianchi che con occhi di fuoco prima incenerisce il marito e di seguito me.

Che cosa fare!

Ringrazio, e per togliere me stessa e l’intera sala dal silenzio irreale che si è creato, m’invento all’istante un gioco che ci occuperà l’intera serata portando anche un’atmosfera più rilassata e distesa.

“Claudio (il marito di Francy), apprezza questo in una donna. Rivoltiamo però la domanda, una donna cosa invece non apprezza nel guardaroba e nel modo di vestire maschile, e voi cari uomini cosa non vi piace del nostro vestire e del guardaroba femminile”.

SALVA!

Un foglietto a testa e cinque possibili varianti negative da elencare. Qua sotto è riportata l’opinione femminile, in un post seguente quella maschile.

GIRLS

1) Tutte totalmente della stessa opinione

SOPRACCIGLIA DEPILATE

GUARDAROBA A CONFRONTO - Uomo vs. Donna


Specie quelle ad ali di gabbiano…. GUARDAROBA A CONFRONTO – Uomo vs. DonnaSOPRACCIGLIA DEPILATE.

Forse saremo 5 ex ragazze un po’ all’antica, ma tutte abbiamo messo queste al primo posto. Specie quelle ad ali di gabbiano. Certo non amiamo i cespugli. Un sopracciglio un po’ curato, ma al minimo. Ci scusiamo tutte con le giovani generazioni, siamo antiche capiteci.

 

2) CAMICIOLA A MANICHE CORTE

A quasi tutte noi danno l’idea di soci di una bocciofila, o di anziano. Una di noi (Ludo) persino a George non perdonerei la camiciola a maniche corte.

3) IL BORSELLO

GUARDAROBA A CONFRONTO - Uomo vs. Donna

piuttosto una borsa con taglio maschile che quello…. GUARDAROBA A CONFRONTO – Uomo vs. Donna

Questo io sono contraria. Alla maggioranza invece l’accessorio non piace, lo considerano brutto e totalmente inelegante. Una di noi, preferisco piuttosto una borsa con taglio maschile che quello, specie se a tracolla (testuali parole).

 

4) TUTA – BERMUDA – CARDIGAN A V

Tuta tollerata solo per gli sportivi di professione, massimo permesso dalle girls indossarla in casa. Bermuda bocciate in toto. Stessa sorte per il cardigan, totalmente intollerabile se lungo.

 

5) CALZINI/FANTASMINI

GUARDAROBA A CONFRONTO - Uomo vs. Donna

Bocciati se si vedono sotto la scarpa… GUARDAROBA A CONFRONTO – Uomo vs. Donna

Bocciati se si vedono sotto la scarpa, non tollerate nemmeno le infradito. Totalmente bocciati all’unanimità i sandali, addirittura inclassificabili con i calzini. Totale comprensione per Fabrizio (marito Ludo), la moglie lo costringe alle scarpe anche in spiaggia.

 

7) ABBINAMENTI SBAGLIATI

Qui l’uomo italiano, grazie ai nostri consigli difficilmente sbaglia. L’appunto è più che altro rivolto ai cittadini inglesi, tedeschi americani ecc.…

8) NODI GROSSI ALLA CRAVATTA

GUARDAROBA A CONFRONTO - Uomo vs. Donna

Anche qui la donna può rimediare…. GUARDAROBA A CONFRONTO – Uomo vs. Donna

Anche qui la donna può rimediare. Consenso diviso tra noi 3/2. Parere personale, a me non danno fastidio. Mi ricorda però i vecchi telefilm anni 70. Ragazza quanto sei stagionata!

The last but not list.

Boxer batte slip 4 a 1.

 

Considerazione finale.

Grazie a questo stratagemma, avrò salvato un matrimonio. Questo tra il serio e il faceto, pensavo la mattina del primo dell’anno. Cosa gli avrà preso al marito di Francy. Non abbiamo mai avuto un gran feeling. Boh!!!

SE avete altro che non vi piace del guardaroba maschile, lasciate pure un vostro messaggio.

Grazie

belle

 

 

 

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

GUARDAROBA A CONFRONTO – Uomo vs. Donna

Pagina Prova bALTRI POST BENESSERE E SALUTE

Rivistabellepdf16-2 copiaVanityStyle

HOME PAGE VANITY

http://issuu.com/vanitystyle (per vedere copiare ed incollare)

 

Ago 1, 2018 - Benessere e Salute    No Comments

OGGI MI COCCOLO… DOLCISSIMO RELAX… SUBITO BELLA

 

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

OGGI MI COCCOLO… DOLCISSIMO RELAX… SUBITO BELLA

OGGI MI COCCOLO... DOLCISSIMO RELAX... SUBITO BELLA

OGGI MI COCCOLO… DOLCISSIMO RELAX… SUBITO BELLA

thumb_person-jacob-morton-braude.140x140_q95_box-187,10,643,467“La vasca da bagno fu inventata nel 1850, il telefono nel 1875. Se foste vissuti nel 1850, avreste potuto restare in vasca per 25 anni senza sentir squillare il telefono.”

Jacob Morton Braude

OGGI MI COCCOLO… DOLCISSIMO RELAX… SUBITO BELLA

 Luci basse, musica di sottofondo, vapori profumati: quello del bagno può trasformarsi in un momento speciale. Che aiuta la tua pelle a ritrovare splendore e morbidezza. Tutte lo amiamo, ci coccoliamo tra candele profumate, oli essenziali. Per pochi minuti ci dedichiamo a noi stesse, lasciando da parte mariti, fidanzati o problemi familiari o di lavoro.

belle631

belle631

Si oggi signore e ragazze… ci facciamo un bel bagno.

BUON RELAX A TUTTE!

 

♥ tempi, modi e mode

Corpo & mente

OGGI MI COCCOLO... DOLCISSIMO RELAX... SUBITO BELLA

Non sono gli effetti di una cura medica miracolosa…. OGGI MI COCCOLO… DOLCISSIMO RELAX… SUBITO BELLA

La pressione arteriosa rallenta, il sangue ossigena meglio i tessuti, la temperatura corporea si alza, la respirazione accelera e il sistema immunitario produce anticorpi. Non sono gli effetti di una cura medica miracolosa, ma le reazioni del nostro organismo, “a mollo” in una vasca di acqua calda. Ma c’è di più. Sappiamo tutti che il bagno è un rito veramente rilassante.

I gradi giusti

OGGI MI COCCOLO... DOLCISSIMO RELAX... SUBITO BELLA

Tutto dipende dalla temperatura dell’acqua….. OGGI MI COCCOLO… DOLCISSIMO RELAX… SUBITO BELLA

Ipotesi azzardate a parte, quel che è vero è che farsi il bagno è spesso uno dei modi migliori sia per iniziare sia per finire la giornata. Tutto dipende dalla temperatura dell’acqua: Se fredda (tra i ventitré e i ventisei gradi) ha un potere stimolante, ideale per partire la mattina con il piede giusto (attenta però: il bagno freddo non può durare più di due minuti; se tiepida (tra i 26 e i 29 gradi) o calda (da 29 a 37 gradi) regala uno stato di relax che predispone al sonno.

Attenzione all’orologio

Anche la variabile tempo ha la sua importanza per la buona riuscita del bagno. Se troppo veloce, non consente al corpo di rilassarsi; se eccessivamente prolungato è stancante. Venti minuti, mezz’ora al massimo è la durata giusta dell’immersione in acqua tiepida: Durante questo tempo tutto è concesso: tenere in posa una maschera idratante o un impacco per capelli (grazie ai vapori dell’acqua calda penetra più in profondità) massaggiarsi con lo scrub o il guanto di crine (l’acqua calda, dilatando i vasi circolatori, rende lo sfregamento più efficace) o ascoltare, semplicemente, musica soft: in grado, sostengono diverse ricerche mediche, di intensificare e prolungare la sensazione di relax.

 

♥ Acqua e dintorni

Ricette fai da te per ogni tipo di pelle

Idratante

OGGI MI COCCOLO... DOLCISSIMO RELAX... SUBITO BELLA

Le pelli supersensibili spesso non sopportano…    OGGI MI COCCOLO… DOLCISSIMO RELAX… SUBITO BELLA

All’acqua del bagno aggiungi una tazza di latte scremato in polvere. È la versione moderna del famoso bagno di Poppea, che manteneva la sua pelle levigata immergendosi esclusivamente nel latte d’asina. Ogni latte ha un alto potere idratante, ma quello d’asina, leggermente acido, in più esfolia.

Antiarrossamento

Le pelli supersensibili spesso non sopportano il contatto con i detergenti, nemmeno i più delicati. In questo caso una valida alternativa al bagno schiuma è la farina d’avena. Mettine una manciata in un fazzoletto di mussola e lasciaci scorrere sopra il getto dell’acqua del bagno. L’avena deterge efficacemente senza irritare.

Effetto scrub

Ideale da fare in autunno, per eliminare le cellule morte “ricordo” dell’abbronzatura estiva: nell’acqua del bagno versa un bicchiere di vino o uno di aceto (bianco o rosso è indifferente). Entrambi derivati dell’uva hanno virtù esfolianti.

 

cosa metto nell’acqua

Il bagnoschiuma

E’ un detergente che basa la sua efficacia pulente sul principio dell’ammollo

OGGI MI COCCOLO... DOLCISSIMO RELAX... SUBITO BELLA

a contatto con l’acqua produce piccole bolle OGGI MI COCCOLO… DOLCISSIMO RELAX… SUBITO BELLA

(lo stesso del bucato a mano): il bagnoschiuma, a contatto con l’acqua produce piccole bolle e queste a loro volta, rompendosi a contatto con la pelle, asportano le particelle di sporco. Oltre alla base pulente il bagnoschiuma può contenere diversi principi attivi: dagli ingredienti idratanti alle sostanze antibatteriche, passando per vitamine e oli essenziali. Il bagnoschiuma “generico” ormai non esista più: ogni detergente risponde a specifiche esigenze della pelle e in base a queste va scelto.

I sali da bagno

Si tratta di veri e propri cristalli di sale lasciati a macerare in una fragranza (e spesso anche in sostanze coloranti naturali) che, una volta a contatto con l’acqua, la profumano e la colorano piacevolmente: non hanno una vera e propria azione detergente, ma regalano un benefico effetto stimolante (il sale, attraverso il meccanismo dell’osmosi determina una sorta di ginnastica vascolare). Sono indicati soprattutto a chi ha una pelle grassa, visto che il cloruro di sodio, nome scientifico del sale, è leggermente astringente e antibatterico.

Gli oli

Possono essere usati da soli o in aggiunta al normale detergente. In ogni caso danno una marcia in più al bagno. Sia perché creano, sulla superficie dell’acqua, un film protettivo che avvolge tutta la pelle e la mette al riparo della disidratazione, sia perché spesso il loro profumo ha un benefico effetto rilassante. Tra gli oli più usati: olio di camomilla, antisettico, antiinfiammatorio e calmante, olio di abete, un vero e proprio concentrato anti-stress, e olio di melissa, rinomato per le sue proprietà calmanti. Da sapere: gli oli sono molti concentrati e si dosano “a gocce”: nell’acqua della vasca ne bastano 10.

 

dopo il bagno

Cosa devi fare fuori dalla vasca

Spazzolati con energia

Asciugati con cura e con una spazzola di setole naturali inizia a massaggiarti dalla pianta del piedi. Esegui dei leggerissimi movimenti rotatori ascendenti e arriva fino alla nuca, evitando però, la zona seno. Questa tecnica, che si chiama dry brushing, stimola la circolazione, esfolia la pelle e la aiuta a ricevere le sostanzeidratanti della crema per il corpo.

Non scordare l’idratante

OGGI MI COCCOLO... DOLCISSIMO RELAX... SUBITO BELLA

Asciugati con cura e con una spazzola…   OGGI MI COCCOLO… DOLCISSIMO RELAX… SUBITO BELLA

Contrariamente a quanto si possa pensare, il bagno, anche se fatto con i tempi e i prodotti giusti, lascia la pelle impoverita. Un buon idratante la rende nuovamente morbida. Approfitta del momento dell’applicazione per regalarti un piacevole massaggio: inizia dalle caviglie e risali, disegnando piccoli cerchi, fino all’inguine. Sulla pancia il movimento deve essere sempre orario (ti aiuta a sgonfiarti) e sulle braccia a spirale dai polsi fino alle spalle.

Leviga i piedi

Non c’è niente di meglio dell’acqua calda per ammorbidire le zone “dure” , talloni al primo posto. Appena uscita dalla vasca, asciuga leggermente i piedi e passa sulla pelle ispessita una pietra pomice o l’apposita spazzola ruvida sagomata. Non sfregare troppo: la pelle è morbida e per assottigliarla bastano poche passate.

strano ma vero

piccole curiosità intorno al bagno

 

Canta in vasca

OGGI MI COCCOLO... DOLCISSIMO RELAX... SUBITO BELLA

OGGI MI COCCOLO… DOLCISSIMO RELAX… SUBITO BELLA

In Giappone, dopo il bagno è un rito, esistono migliaia di sentos, sorta di terme pubbliche, dove i giapponesi amano concludere la giornata. Il sento più popolare di Tokyo , il Dragon’s bath, ha anche una zona karaoke e un angolo ristorante dove ambientare cene e feste.

Che sacrilegio

I primi cristiani considevano il bagno un peccato ed evitavano ogni contatto con l’acqua. Sant’ Agnese a 13 anni affermava, fiera, di non averne mai fatto uno.

Suggestioni new age

Vuoi provare un bagno alternativo? Nell’acqua non versare bagnoschiuma o oli essenziali, ma immergi 3 cristalli di quarzo bianco. La pulizia non è garantita, ma il relax sì.

Caffè all’hammam

Non tutti sanno, ma nei veri bagni turchi (gli hammam) non si fanno solo bagni di calore, ma anche bagni veri e propri a base di sfregamenti vigorosi e acqua caldissima. La pelle, alla fine, è candida come la neve, ma per l’organismo tutti questi stimolo sono un piccolo grande stress. Per questo, durante il lavaggio, i camerieri dell’hammam offrono di continuo ai clienti bicchierini di caffè (turco naturalmente): l’unica sostanza in grado di “tirare su” corpo e spirito.

 

 ♥ spunto post tratto da rivista femminile

 

 

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

OGGI MI COCCOLO… DOLCISSIMO RELAX… SUBITO BELLA

Pagina Prova bALTRI POST BENESSERE E SALUTE

Rivistabellepdf16-2 copiaVanityStyle

HOME PAGE VANITY

http://issuu.com/vanitystyle (per vedere copiare ed incollare)

https://www.facebook.com/vanitystyleB

 

 

 

 

 

 

 

Gen 25, 2018 - Benessere e Salute    No Comments

Mi critica… ma lo fa per il mio bene…

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

 

Mi critica… ma lo fa per il mio bene…

Due amiche come tante

Mi critica… ma lo fa per il mio bene…

Due amiche come tante: Mi critica… ma lo fa per il mio bene…

 

1454708835-5-cocktails-non-alcoolises-sex-and-the-city-cocktails-tplmoms-e1417178914192La vita non sempre corrisponde alle tue fantasie, per questo hai bisogno di amicizie vere per affrontare il tutto!

da Sex and The City

Mi critica… ma lo fa per il mio bene…

Due amiche come tante:

Una un po’ insicura, l’altra tanto in gamba… Piccolo racconto semiserio alla scoperta dell’anima femminile, anche quella più nera e perfida.

Spunto: chiacchiericcio, riviste, rete.

belle631

belle631

 

 

 

 

 

Laura ed io ci conosciamo dalle scuole elementari,

ed è da allora che siamo inseparabili. Mi ha insegnato tutto su come comportarmi, sia in pubblico, sia in privato.

Mi critica… ma lo fa per il mio bene…

Mi ha insegnato a farmi la ceretta e a pronunciare il mio nome senza ansie e timori. Mi critica… ma lo fa per il mio bene…

Devo ringraziare lei se sono cassiera, con funzioni anche di riordino in un grosso supermarket cittadino. Non ci sarei mai riuscita se fossi stata sempre la piccola provinciale baffuta e balbettante che ero. Mi ha insegnato a farmi la ceretta e a pronunciare il mio nome senza ansie e timori.

Grazie a lei so tutto sulle storie d’amore, cose che non avrei mai scoperto se avessi dovuto sperimentarle di persona. Quando sono stata corteggiata, lei si è sempre accorta che il mio pretendente non era adatto a me. In alcuni casi si è offerta di provarlo al posto mio, poi nei dettagli mi ha descritto tutte le prestazioni.

Proprio una cara Amica. Per questo sono contenta che ora lavori con me.

Ogni mattina passa e mi dà consigli.

“Con gli occhiali saresti più carina”

Ogni mattina passa e mi dà consigli. Mi critica… ma lo fa per il mio bene…

Ogni mattina passa e mi dà consigli. Mi critica… ma lo fa per il mio bene…

 Io puntualmente eseguo.

Allora lei mi rende interprete principale del suo delizioso scherzetto.

“Tesoro con quegli occhiali sembri un panda con il pelo in fiamme”.

“E perché ho i capelli rossi Risata generale.

Spesso mi dà preziosi consigli. Un paio di giorni fa.

“Cara porti abiti troppo larghi” “Capelli troppo rossi” “Hai un bel corpicino indossa cosine aderenti”.

Il giorno seguente mi presento con un abitino stretch nero e damascato sul petto. La mia quarta di reggiseno esplodeva in tutto il suo splendore. Ho infilato anche una panciera.

Il giorno seguente mi presento con un abitino stretch nero Mi critica… ma lo fa per il mio bene…

Il giorno seguente mi presento con un abitino stretch nero Mi critica… ma lo fa per il mio bene…

Ero come in apnea, ma dovevo resistere. Il capo mi ha chiesto del mio strano colore, stavo diventando lilla.

Poi… ho perso i sensi.

Appena ripresa… la mia cara Amica era lì.

“Mia Cara il corpo deve poter respirare” sollevando le braccia “tutto deve essere in armonia con il mondo”.

Subito corro in bagno e tolgo reggiseno e panciera. Per tutto il pomeriggio il mio bel corpicino tracimava dall’abito stretch.

Da allora ho cominciato a provare vari out-fit. Gonne lunghe, pencil skirt, pantaloni, abiti. Spendendo in marchi in e optando per stili differenti fra loro.

Laura ha detto

“troppo tozza, troppo raffinata, troppo grassa, troppo magra, troppo epistemica o troppo strobica.

Le ultime due proprio non le ho capite!

Per compiacerla ho infilato nel cassetto la mia bandiera pacifista.

“Sei una smidollata, devi essere più aggressiva, grinta ci vuole ragazza”.

L’indomani mi presento in tailleur da donna in carriera. Decisa vado dal capo.

Mi critica… ma lo fa per il mio bene…

L’indomani mi presento in tailleur da donna in carriera Mi critica… ma lo fa per il mio bene…

“Lei non può trattarmi cosi!” Così come mi risponde.

Riporto il mio tailleur alla cassa. Sarebbe troppo complicato ricordargli la scenata che mi aveva fatto due settimane fa.

Subito Lei

“La solita rinunciataria”

Non mi arrendo, la giornata seguente sempre vestita da donna in carriera, appena arrivata, mi fiondo in bagno e provo e riprovo allo specchio per esercitarmi.

Alla prima occasione me la sono presa con Genny una mia collega. Lei si è messa a piangere.

La cara Amica.

“Il tempo delle donne aggressive è finito”! Occorre essere dolci e riconciliarsi con il proprio Io femminile.

“Dove è finita la deliziosa ragazza che conoscevo?”

Le ho risposto “Non so proverò a cercarla”.

A casa cerca che ti cerca ho trovato un’altra me.

Mi critica… ma lo fa per il mio bene…

Subito è corsa a sistemarsi: potenza della suggestione Mi critica… ma lo fa per il mio bene…

Stamattina al lavoro, appena lei si avvicina.

“Cara ti sta colando giù il trucco”.

Subito è corsa a sistemarsi: potenza della suggestione! Ha già funzionato per ben otto volte.

Il Capo mi ha chiesto, perché Laura è sempre in bagno. Non lo so ho risposto, aggiungendo che si dice Toilette.

Poi… ho tolto dal cassetto la mia bandierina pacifista. Noi smidollate pacifiste alle volte abbiamo risorse insospettabili…

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

Mi critica… ma lo fa per il mio bene…

Pagina Prova bALTRI POST BENESSERE E SALUTE

Rivistabellepdf16-2 copiaVanityStyle

HOME PAGE VANITY

http://issuu.com/vanitystyle (per vedere copiare ed incollare)

https://www.facebook.com/vanitystyleB

Ago 2, 2017 - Benessere e Salute    No Comments

IN SPIAGGIA…. Supertonica senza alzarti dall’asciugamano

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

IN SPIAGGIA…. Supertonica senza alzarti dall’asciugamano

Tieni duro con la ginnastica isometrica

IN SPIAGGIA…. Supertonica senza alzarti dall’asciugamano

IN SPIAGGIA…. Supertonica senza alzarti dall’asciugamano

irene_nemirovskyPerché non c’è niente di più bello del modo in cui tutte le volte il mare cerca di baciare la spiaggia, non importa quante volte viene mandato via.

Irène Némirovsky

belle631

belle631

 

 

IN SPIAGGIA…. Supertonica senza alzarti dall’asciugamano

Tieni duro con la ginnastica isometrica

 

Costumi-mare-anni-50Le vacanze sono ormai alle porte.

La prova costume è alle spalle. Per alcune è stata fonte di soddisfazione, per altre meno. La clessidra plus così così. I costumi, i bikini, i trikini e i parei stanno già cominciando a chiedere spazio nei nostri trolley. Ancora poco e ci siamo. Auguri alle più fortunate già in vacanza.

Vacanze, pace e tranquillità, ma per noi femmine non sempre è così.

Marito come al solito un perfetto casinista. Figli che sembrano morsi da continue tarantole, ci rendono la vita non proprio rilassante, come vorremmo e come CI MERITEREMMO! Per le non sposate…, ci sono i fidanzati da controllare o ancora peggio ipergelosi. Ogni nostro sguardo è sezionato e ci trascina in infinite e inutili discussioni. Allora… viva le amiche.

IN SPIAGGIA…. Supertonica senza alzarti dall’asciugamano

IN SPIAGGIA…. Supertonica senza alzarti dall’asciugamano

In qualunque situazione ci troviamo, tra quelle elencate, la nostra naturale sindrome da crocerossine e la non meno naturale dote di saper fare più cose contemporaneamente (capito maschietti) ci verrà in aiuto e ci permetterà di risolvere le varie problematiche.

È innegabile però, tutti questi piccoli contrattempi che noi brillantemente risolviamo, ci creano stress, con il rischio di aumento di peso anche nel periodo vacanziero.

Oltretutto l’ozio è il peggiore dei vizi, come dice il famoso detto.

IN SPIAGGIA…. Supertonica senza alzarti dall’asciugamano

IN SPIAGGIA…. Supertonica senza alzarti dall’asciugamano

COSA FARE?

Qui dopo varie esperienze vacanziere, posso dire che ci dividiamo in due categorie principali.

LE GYM ADDICT,

ovvero quelle che non perdono la minima occasione per fare moto in spiaggia. Sono facilmente riconoscibili. Di solito giovani, costume o bikini all’ultima moda ovviamente firmato. Nonostante le temperature africane di questi giorni, sono perfettamente truccate e le vediamo passare con disinvoltura durante la giornata, dalla lezione di danza mattutina, ai pesi, all’aerobica, allo spinning e non contente alla partitella di volley serale prima di rientrare e prepararsi per la serata. Mi stanco solo a elencare le loro attività.

Per loro questi piccoli esercizi da spiaggia, sono inutili. Anzi penso che ci guarderebbero con sufficienza e anche con un po’ di commiserazione.

IN SPIAGGIA…. Supertonica senza alzarti dall’asciugamano

IN SPIAGGIA…. Supertonica senza alzarti dall’asciugamano

Passiamo alle più pigre, penso la maggioranza.

La nostra regola Signore: lettino, abbronzante e spiaggia, spiaggia e ancora spiaggia. Ovviamente ci sono anch’io, anche se lo confesso, a me prendere il sole non piace. Preferisco stare sotto l’ombrellone a leggere o a scrivere. Se mi vedeste, mi riconoscereste subito, l’unica bianco latte, o per meglio dire un po’ abbronzata, ma per lo jogging. Appartata sotto l’ombrellone, in mezzo ad una distesa di lettini picchiati al sole.

In entrambi i casi gli esercizi isometrici (che si basano sulla contrazione statica dei muscoli, in cui mantieni la posizione sotto sforzo) sono giusti per tutte: possiamo farli ovunque e ripeterli finchè vogliamo.

Passiamo allora a elencare questi piccoli esercizi da asciugamano o lettino.

STESE SUL TELO.

IN SPIAGGIA…. Supertonica senza alzarti dall’asciugamano

IN SPIAGGIA…. Supertonica senza alzarti dall’asciugamano

Avete presente quei libroni che pesano quanto la Treccani? Portatene uno in spiaggia e, invece di cimentarvi nella lettura, usatelo come bilanciere. L’esercizio è semplice: sdraiate con le gambe piegate, appoggiate il tomo sul petto, alzatelo e tenetelo sollevato, contando fino a trenta. Poi, riabbassatelo e ripetete altre tre volte. Ottimo per esercitare i bicipiti e i pettorali.

MENTRE VI ABBRONZATE LA SCHIENA.

Allenate gli addominali senza dare nell’occhio. Come? Appoggiate gli avanbracci a terra, puntate i piedi e sollevate i glutei, tenendo dritte la schiena. Mantenete la posizione per almeno un minuto. Poi rilassatevi, ripetetelo almeno due volte.

SUL LETTINO.

Tenete le gambe piegate, unite le ginocchia e spingetele l’una contro l’altra, contate fino a trenta. Ripetete per quattro volte. Visto che ci siamo, dribbliamo il gonfiore dal solleone con questo esercizio(non è isometrico, ma lo sforzo è minimo): accavallate le gambe e fate lavorare il piede che resta sospeso. Roteatelo a destra e a sinistra e, dopo, piegatelo verso il basso e l’alto.

IN PIEDI SOTTO L’OMBRELLONE.

IN SPIAGGIA…. Supertonica senza alzarti dall’asciugamano

IN SPIAGGIA…. Supertonica senza alzarti dall’asciugamano

Per non catalizzare i bulbi oculari del vicino di sdraio sul vostro derrière, meglio eseguire questo esercizio con il pareo sui fianchi. Poi, con indifferenza, mentre guardate l’orizzonte… contraete i glutei e rilassateli almeno un centinaio di volte. Ha un fantastico effetto “lifting”!

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

IN SPIAGGIA…. Supertonica senza alzarti dall’asciugamano

 

Pagina Prova bALTRI POST BENESSERE E SALUTE

 

Rivistabellepdf16-2 copiaVanityStyle

HOME PAGE VANITY

http://issuu.com/vanitystyle (per vedere copiare ed incollare)

https://www.facebook.com/vanitystyleB

Gen 4, 2017 - Benessere e Salute    1 Comment

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

 

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

 

185052087-cbe0a511-d36b-4a99-8995-a8e7e7b7fcd1Penso a tutte quelle donne sul Titanic che hanno detto, ‘No, grazie’ al carrello dei dolci. E per che cosa ?!

Erma Bombeck

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

belle631

belle631

Lettera blob come tutte, penso che anche voi Care Amiche, siate, se non in perenne lotta con la bilancia, in rapporti non proprio amichevoli. Navigando in rete ho trovato questo post che propone alcuni cibi che potrebbero aiutarci in questa incessante lotta.

 

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

Pomodoro: il miglior antiossidante naturale

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

Indispensabile nella dieta mediterranea il pomodoro è ricco di vitamine e sali minerali. Accelera il nostro metabolismo ed ha proprietà digestive e diuretiche. Grazie alla presenza del licopene, il pomodoro ètra i cibi antiossidanti per eccellenza.

Anguria: appaga gusto e vista

L’anguria contiene il 92% di acqua e nonostante la sua dolcezza contiene pochi zuccheri e quindi poche calorie. Frutto depurativo per eccellenza è indicato per combattere la ritenzione idrica ed è molto utilizzata nelle diete dimagranti perché dà un senso di sazietà.

Cipolla bianca: antiossidante e depurativa

La cipolla bianca possiede proprietà depurative e antiossidanti. Aiuta a combattere la cellulite e la ritenzione idrica grazie alle sue vitamine e sali minerali. E’ un potente antibiotico presente in natura ed è ricca di minerali come ferro, fosforo, magnesio, calcio manganese e di vitamine A, B1, B2, C e E.

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

Tè verde: riduce la stanchezza

Il tè verde grazie alle sue proprietà stimola il metabolismo, riduce la stanchezza e in più facilita la termogenesi, cioè l’utilizzo dei grassi per produrre energia. Contiene sostanze che hanno proprietà diuretiche come la teofilina e la teobromina. Consumare tè verde la mattina o durante la giornata è un’abitudine salutare e utile per stare bene.

Ananas: drenante e digestivo

L’ananas ha poche calorie ed essendo ricco di acqua può favorire l’eliminazione dei liquidi. Grazie alla bromelina facilita la digestione delle proteine più complesse. E’ possibile consumare questo frutto sotto forma di centrifugato per apprezzarne al meglio il suo succo.

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

Il pompelmo rosa: meno ritenzione e meno fame nervosa

Il pompelmo, ricco di vitamina C, aiuta a combattere la ritenzione idrica e la cellulite. Grazie alle sue proprietà depura il fegato e abassa il colesterolo. Un alimento sempre a portata di mano che contribuisce anche ad innalzare le difese immunitarie.

Mele rosse: depurative e digestive

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

Le mele contengono la pectina, una sostanza in grado depurare il nostro organismo da tutte le sostanze tossiche. Le mele rosse sono ricche di proprietà: fanno bene al cuore, sono antiossidanti e digestive, grazie alla presenza delle fibre. Dose consigliata: due mele rosse al giorno.

Peperoncino: stimola il metabolismo e facilita la digestione

Il peperoncino piccante è uno dei migliori rimedi naturali per dimagrire. Facilita infatti la digestione ed accelera il metabolismo, aiutando il nostro corpo a bruciare maggiori quantità di grasso. Inoltre è ricco di vitamina A, Beta Carotene e vitamina C. Ha proprietà antiossidanti ed aiuta la pelle a mantenersi giovane.

Zenzero: limita lo stimolo della fame

Lo zenzero è un’erba drenante e depurativa. Accelera il metabolismo e soprattutto aumenta il senso di sazietà. Un consiglio? Preparate una tisana allo zenzero, da gustare la sera: è digestiva ed antisettica. Un vero toccasana.

Sedano: contrasta la ritenzione idrica

Il sedano ha un basso apporto calorico ed un elevato potere diuretico. E’ inoltre ricco di vitamina A, C ed E, le vitamine antiossidanti per eccellenza. Da gustare crudo, fresco o frullato, è un ottimo alleato anche nella lotta ai trigliceridi e al colesterolo.

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

10 CIBI PER DIMAGRIRE IN SALUTE

Pagina Prova bALTRI POST BENESSERE E SALUTE

Rivistabellepdf16-2 copiaVanityStyle

HOME PAGE VANITY

http://issuu.com/vanitystyle (per vedere copiare ed incollare)

https://www.facebook.com/vanitystyleB

 

Nov 24, 2016 - Benessere e Salute    No Comments

LA NOSTRA TAVOLA E SEI SUOI FALSI MITI

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

 

LA NOSTRA TAVOLA E SEI SUOI FALSI MITI

LA NOSTRA TAVOLA E SEI SUOI FALSI MITI

 

flo_sunjournal101809_89753a_8colSono a dieta permanente da almeno vent’anni. Ho perso in totale 345 kg. In teoria dovrei essere appesa a un braccialetto.

Erma Bombeck

vanitystylemag

belle631

Lettera blob il mercoledì verso le 14,30/15, è il giorno in cui ci ritroviamo tra “ragazze”, per chiacchierare del più e del meno e raccontarci piccole o grandi confidenze.

Anche questa settimana è stata così, con una piccola eccezione. Una di noi è venuta con una sua vecchia amica Biologa e Nutrizionista. Dopo le presentazioni di rito, e una prima chiacchierata generica per conoscerci, tutte hanno iniziato a porle domande riguardo a diete o cosa è meglio mangiare per sentirci bene ed essere in forma.

Parlando ci raccontava delle tante credenze, in parte veritiere cui tutti siamo sottoposti. Da questa chiacchierata, con il suo permesso ho realizzato questo post, in cui parlo di alcuni falsi miti da sfatare a tavola.

 

 LA NOSTRA TAVOLA E SEI SUOI FALSI MITI

 “Chi non ha mai pensato, almeno una volta che pasta e banane facciano ingrassare e che l’olio sia da eliminare? Quello che rende calorico un primo piatto è il sugo. Attenzione alla guerra ai grassi, fondamentali per alcune vitamine”  parla Elisa (Biologa e Nutrizionista)

 

Silenzio parla Elisa

 

♥♥ La pasta è nemica della nostra linea

LA NOSTRA TAVOLA E SEI SUOI FALSI MITI

LA NOSTRA TAVOLA E SEI SUOI FALSI MITI

LA NOSTRA TAVOLA E SEI SUOI FALSI MITI

“È la fonte di carboidrati per eccellenza: possiede un alto potere saziante. Tutti possono permettersene 80-100 gr. al giorno: è il condimento a trasformarla in bomba calorica. no ai sughi pieni di grassi animali, troppo salati e ricoperti di formaggio grattuggiato. Sì ai sughi di pomodoro, con pesce o molluschi per fare con la pasta un piatto unico, con verdure o legumi, capaci di modulare l’assorbimento degli amidi e degli zuccheri della pasta”.

♥♥ Le banane sono ipercaloriche

LA NOSTRA TAVOLA E SEI SUOI FALSI MITI

Sono accusate di essere anche astringenti. “Una banana media ha 90-100 calorie e un alto potere saziante, è un ottimo spuntino, adatto a tutti, diabetici inclusi. Ricca di magnesio, potassio e ferro contiene vitamine del gruppo B e fibre che aiutano la flora batterica intestinale: hanno un blando potere lassativo. Sono un buon antiacido”.

♥♥ Le fave ci creano “aria’

LA NOSTRA TAVOLA E SEI SUOI FALSI MITI

LA NOSTRA TAVOLA E SEI SUOI FALSI MITI

LA NOSTRA TAVOLA E SEI SUOI FALSI MITI

“La buccia è composta di fibre che devono essere processate dalla flora batterica intestinale; se non si è abituati a mangiarle, si può creare gas nell’intestino, ma con un consumo regolare, la flora si adatta e i disturbi si riducono sino a cessare. per evitarli, eliminare le bucce, oppure frullate le fave o cuocetele a lungo per ammorbidirle. Contengono ferro, oltre a vitamine del gruppo B e sali minerali e sono un’ottima fonte di carboidrati e proteine”.

♥♥ Le sarde sono pesanti

“Sarde e sardine sono pesanti se fritte! Come tutto il pesce azzurro, hanno un elevato contenuto di grassi omega 3 (essenziali per la salute del cervello e del sistema cardiovascolare), un buon contenuto di vitamina B 12 (fondamentale per i globuli rossi, sistemi nervoso e immunitario), di vitamina D e calcio (un’associazione doppiamente vantaggiosa perchè questa vitamina aiuta la fissazione del calcio) e oligoelementi come fosforo e selenio”.

♥♥ Le mandorle sono grasse

LA NOSTRA TAVOLA E SEI SUOI FALSI MITI

LA NOSTRA TAVOLA E SEI SUOI FALSI MITI

LA NOSTRA TAVOLA E SEI SUOI FALSI MITI

“Sono semi oleosi: un etto fornisce circa 600 calorie. L’errore consiste nel consumerle a fine pasto oppure nei dolci, in associazione a zuccheri e ad altri grassi; meglio consumarle in modesta quantità -20 gr. sgusciate- come spuntino: sono un ottimo modo di rifornirsi di acidi grassi polinsaturi (buoni alleati per il cuore), antiossidanti (danno benefici a pelle e capelli), ferro e calcio”.

♥♥ Olio Extravergine d’oliva Si/no… nì

LA NOSTRA TAVOLA E SEI SUOI FALSI MITI

“Nelle diete fai da te viene sempre ridotto: è vero, è grasso puro, ma è indispensabile alla salute e non può essere eliminato. Contribuisce alla formazione della membrana cellulare e alla sintesi di alcuni ormoni, serve a trasportare le vitamine liposolubili (A,D,E,K). Consiglio di consumarne 25-30 gr. al giorno, meglio a crudo”.

 

LA NOSTRA TAVOLA E SEI SUOI FALSI MITI♥♥♥♥♥♥ UN SINCERO GRAZIE AD ELISA DA TUTTE NOI

 

 

 

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

LA NOSTRA TAVOLA E SEI SUOI FALSI MITI

 

Pagina Prova bALTRI POST BENESSERE E SALUTE

 

Rivistabellepdf16-2 copiaVanityStyle

HOME PAGE VANITY

http://issuu.com/vanitystyle (per vedere copiare ed incollare)

https://www.facebook.com/vanitystyleB

Ott 14, 2016 - Benessere e Salute    No Comments

A SCUOLA DI PULIZIE AUTUNNALI DALLE AMICHE

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

A SCUOLA DI PULIZIE AUTUNNALI DALLE AMICHE

A SCUOLA DI PULIZIE AUTUNNALI DALLE AMICHE

 

Zsa_Zsa_Gabor_-_1959Sono bravissima a tenere la casa. Ogni volta che divorzio, tengo la casa.

Zsa Zsa Gabor

 

 

A SCUOLA DI PULIZIE AUTUNNALI DALLE AMICHE

Pulizie autunnali; un incubo per la maggior parte delle donne, fonte di stress e

ansia. Come affrontarle senza rovinarci le giornate; il segreto, organizzazione.

vanitystylemag

belle631

 

Lettera blob sono un bel problema non c’è che dire, il cambio di stagione ci costringe a un riordino della casa sia dal lato della pulizia sia per il ricambio del guardaroba.

 

Prima di iniziare a stressarmi e innervosirmi, ho chiesto consiglio a due amiche innamorate della casa e dei lavori domestici. In poche parole due mosche bianche nell’universo femminile.

Ecco quanto ne è uscito.

A SCUOLA DI PULIZIE AUTUNNALI DALLE AMICHE

A SCUOLA DI PULIZIE AUTUNNALI DALLE AMICHE

A SCUOLA DI PULIZIE AUTUNNALI DALLE AMICHE

Superare lo stress e l’ansia è possibile, basta un po’ di organizzazione, queste sono state le loro prime indicazioni.

Io da brava allieva inizio a prendere appunti.

Primo step: Cambio di stagione

Subito ero già fuori regola:

gli indumenti che più non usi buttali o fanne un bel pacco e portalo a qualche struttura per l’accoglienza.

Io che possiedo ancora gonne e vestiti del secolo scorso!

Primi rimproveri, ma da brava casalinga continua ad annotare.

Vestiti Autunnali:

prima lavarli, potrebbero avere un cattivo odore essendo stati riposti per molti mesi in scatole o contenitori specifici.

Vestiti estivi:

utilizziamo corrette scatole, poniamole se possibile sotto il letto o all’interno di un mobile contenitore.

Diventavo sempre più piccola ai loro occhi, raccontando la mia superficialità nel fare raramente e male questi lavori.

La Desperate Housewive però non demorde e continua ad annotare.

A SCUOLA DI PULIZIE AUTUNNALI DALLE AMICHE

Pulizie d’Autunno Casa

Le prime da pulire sono le tapparelle delle persiane. Spugna, panno in microfibra e… olio di gomito. Se vedete macchie di sporco o incrostazioni (faccio finta di nulla) utilizzate un detergente specifico, o un composto a base di acqua calda, detersivo per piatti e succo di limone.

Una volta terminate le tapparelle delle persiane, le mie insegnanti con tono perentorio

“Passiamo ai Vetri”.

Uno dei miei incubi, non mi vengono mai bene. Ansiosa di carpire il segreto, sono lì tutt’orecchi, in attesa che indichino la retta via a una peccatrice domestica come me. Resto sconcertata, prodotto per vetri specifico per rendere le superfici brillanti e specchiabili.

MA IO…

In un attimo mi ritrovo con grembiule (datomi gentilmente per non sporcarmi la gonna), prodotto specifico a pulire tutti i vetri della padrona di casa. Ho potuto togliermi il grembiule e risistemarmi al meglio, solo quando hanno considerato il lavoro passabile. Loro testuali parole.

Sudata e accaldata, si continua.

 Pulizia materasso:

in genere tante trascurano quest’operazione, (non apro bocca, non vorrei trovarmi nella situazione di prima). Se non controllati, i materassi possono macchiarsi e sporcarsi. Uno spray apposito per questo tessuto (chi l’ha mai visto) e strofinare con energia con una spugna nelle zone più sporche. Prima di rimetterli a posto appoggiarli alla parete in modo che prendano aria.

A SCUOLA DI PULIZIE AUTUNNALI DALLE AMICHETappeti:

questi ogni tanto li faccio, allora parola all’esperta Con tono impostato da grande attrice “Prodotti specifici secondo il tessuto, se ha macchie difficili da togliere. In assenza basta spolverarli con spazzola e aspirapolvere

Mi guardano compiaciute e sorprese. Mi sento una vera casalinga, ma il mio ego è subito messo in discussione.

Pulizia termosifoni:

eccomi ricaduta allo stato di apprendista!

Sgrassare e pulirli fra le fessure dove si annida la maggior parte della sporcizia.

Domando, “Che cosa devo usare”?

Fulminata all’istante.

Mi spiegano con supponenza, uno spazzolino rigido e allungato per tutte le fessure per stanare lo sporco più ostinato. Niente prodotti abrasivi per togliere i residui, con tono perentorio, guardandomi negli occhi “Panno Morbido”.

 “Mo’ me lo segno” rispondo.

A SCUOLA DI PULIZIE AUTUNNALI DALLE AMICHE

A SCUOLA DI PULIZIE AUTUNNALI DALLE AMICHE

Siamo alla fine, raccolgo gli appunti da brava casalinga e mi congedo con una battuta “ Se vi serve una cameriera, sono a disposizione”.

Il giorno seguente, suonano alla porta, sono loro due con un pacco, lo prendo e lo apro incuriosita.

Cosa c’era?

Un completo da cameriera con tanto di crestina e grembiule. Subito sono stata al gioco, l’ho indossato e fra le nostre risate ho iniziato a pulire casa, sotto il loro sguardo vigile.

Spero con questi piccoli consigli di esservi stata utile, con me hanno funzionato. Ora la casa non ha più segreti, forse è la volta che trovo marito!

P.S. Ho un po’ esagerato nel racconto, non sono così severe, o forse sì?

 

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

A SCUOLA DI PULIZIE AUTUNNALI DALLE AMICHE

 

Pagina Prova bALTRI POST BENESSERE E SALUTE

 

Rivistabellepdf16-2 copiaVanityStyle

HOME PAGE VANITY

http://issuu.com/vanitystyle (per vedere copiare ed incollare)

https://www.facebook.com/vanitystyleB (per vedere copiare ed incollare)

Set 21, 2016 - Benessere e Salute    No Comments

UFFA ECCOMI QUA STRESSATA E INGRASSATA UFFA

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

UFFA ECCOMI QUA STRESSATA E INGRASSATA UFFA

 

Naomi-Wolf-smallLa dieta è il più potente sedativo politico della storia delle donne. Una popolazione con una simile tranquilla ossessione è una popolazione facilmente manipolabile.

Naomi Wolf

 

 

UFFA ECCOMI QUA STRESSATA E INGRASSATA UFFA

Lo stress ci porta a ingrassare? La risposta purtroppo è una sola si!!!

vanitystylemag

belle631

 

Lettera blob per alcune persone fra cui posso mettermi anch’io, l’aumento di peso per causa di situazioni da stress è una logica conseguenza.

Stress e nervoso, danneggia il nostro ormone della fame mandandoci stimoli non richiesti, è la cosiddetta fame nervosa. Tensioni sul lavoro, nella vita privata o famigliare, negli affari di cuore e la bilancia ripiomba nella nostra vita come un incubo.

 

Cerchiamo ora di analizzare con calma alcune situazioni che ci portano a ingrassare. Parlando con un’amica esperta del settore, dopo una lunga e piacevole chiacchierata, abbiamo rilevato alcuni comportamenti particolari, e dei piccoli rimedi che ci possono aiutare.

 ➤ Mancanza di riposo

UFFA ECCOMI QUA STRESSATA E INGRASSATA UFFA

UFFA ECCOMI QUA STRESSATA E INGRASSATA UFFA

La dinamica su come lavora lo stress sulle persone ci permette di capire i comportamenti che noi abbiamo con il cibo, e può essere una delle cause dell’obesità.Un esempio evidente è la mancanza di un adeguato riposo, che in maniera esponenziale ci porta a una continua e dannosa voglia di mangiare.

♥♥♥ Prima di pensare a una dieta dimagrante, forse è il caso di valutare ed esaminare attentamente il nostro tenore di vita. Se ci sentiamo troppo stressate, prendiamoci una pausa. Non importa la durata, quello che dobbiamo fare intensamente è rilassarci e liberare la nostra mente concentrandoci su quello che stiamo facendo. Può essere una corsa, un libro, cucire o sferruzzare a maglia? La parola d’ordine è relax.

 

➤ Ansia da lavoro

Le situazioni d’ansia o nervose, aumentano i livelli di Grelina, che altro non è che l’ormone della fame. Mangiando la nostra ansia diminuisce. Ovviamente questa non è la soluzione, anzi si corre il rischio di instaurare in noi stesse un meccanismo perverso e malato, difficilissimo poi da interrompere.

♥♥♥ Lasciamo stare il cibo, cerchiamo di uscire dalla situazione ansiosa, con un semplice aggranchimento di gambe, magari solo una camminata nell’ufficio o guardiamo dalla finestra, in poche parole distogliamo la mente per un attimo dal problema.

 

 ➤ Ansia da dieta

UFFA ECCOMI QUA STRESSATA E INGRASSATA UFFA

UFFA ECCOMI QUA STRESSATA E INGRASSATA UFFA

L’ansia come abbiamo detto causa stress, che a sua volta ci porta a mangiare e quindi a ingrassare. Specie per noi donne, una dieta o anche il solo pensiero, ci fa piombare in questa situazione.

♥♥♥ Abituiamoci a vedere la dieta, come fosse un nuovo stile alimentare, non come una tortura. Evitiamo inutili digiuni! Mettiamo nei nostri menù buoni piatti ma light. Sarà molto più facile dimagrire.

 

 ➤ Mangiare pensando ad altro

Capita spesso anche a me di terminare il pranzo o la cena senza accorgermene. Causa i continui pensieri che più chi meno tutte abbiamo.

♥♥♥ Quando siamo a tavola, abituiamoci a pensare a quello che stiamo mangiando, gustiamolo, assaporiamolo piano piano, non ingurgitiamo tutto in un battibaleno.

 

➤ Bere troppi caffè

Una cattiva abitudine. Una dose elevata di caffeina è uno stimolo per il nostro appetito.

♥♥♥ Limitiamoci nel consumo, la bilancia sempre incombe.

 

➤ Lasciarsi guidare dalle proprie emozioni

Cioccolata, chi non ne ha mangiata a volontà quando è triste, oppure quando si è di buon umore, il classico hamburger patatine e bibita. Le nostre emozioni ci possono far ingrassare.

♥♥♥ Quando lo stimolo della nostra fame è emozionale, cerchiamo di placarlo con le verdure o gli ortaggi.  Sedano, Carote, cetrioli, pomodori o finocchi teniamoli sempre in frigorifero per questa eventualità. Un’alternativa è quella dei frullati, a base di ricette dimagranti e dietetiche.

 

➤ Saltare la palestra

Spesso la scusa più banale è la mancanza di tempo. Vera causa la nostra pigrizia o la mancanza di voglia. Subito la bilancia ci punisce.

♥♥♥ Facciamo gli esercizi comodamente in casa, se non vogliamo recarci in palestra.

 

➤ Confronto con altre donne

UFFA ECCOMI QUA STRESSATA E INGRASSATA UFFA

 

Non tutte sono capaci a reggere l’urto del confronto. Alle volte delle parole, sulla nostra silhouette che gli altri non vedono più in forma, o il confronto impietoso su quella di un’amica o di una parente, e cadiamo preda allo sconforto, e il cibo diventa il nostro rifugio.

NO!!!

♥♥♥ Confrontiamoci da sole, noi e lo specchio, se desideriamo intraprendere una dieta, dobbiamo esser noi e solo noi a decidere senza alcun condizionamento da altri.

 

Questi sono solo brevi consigli, ma spero che ci possano aiutare tutte a stare meglio con il nostro corpo. Ad apprezzare e a vivere il cibo, non più come un nemico, ma come una delle cose belle che la vita ci dona.

 Un sentito ringraziamento a Fè

 

 

UFFA ECCOMI QUA STRESSATA E INGRASSATA UFFA

UFFA ECCOMI QUA STRESSATA E INGRASSATA UFFA

 

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

UFFA ECCOMI QUA STRESSATA E INGRASSATA UFFA

 

Pagina Prova bALTRI POST BENESSERE E SALUTE

 

Rivistabellepdf16-2 copiaVanityStyle

HOME PAGE VANITY

http://issuu.com/vanitystyle (per vedere copiare ed incollare)

https://www.facebook.com/vanitystyleB (per vedere copiare ed incollare)

 

Ago 31, 2016 - Benessere e Salute    No Comments

Ballo mi diverto e dimagrisco

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

Ballo mi diverto e dimagrisco

Ballo mi diverto e dimagrisco

New York City Ballet Melissa Hayden CREDIT: Courtesy NYCB ArchivesImparare a camminare ti rende libero. Imparare a danzare ti dà la libertà più grande di tutte: esprimere con tutto il tuo essere la persona che sei. Melissa Hayden

Ballo mi diverto dimagrisco

Acquistiamo tonicità e femminilità ballando

vanitystylemag

belle631

Lettera blob appena tornate dalle vacanze, ci pesiamo. Come sempre la bilancia non perdona!!! Quelle abbuffate in libertà, sono tutte lì in quei rotolini che ci ritroviamo, su addome, pancia e fianchi. Urge un rimedio. Stufe della solita palestra e di esercizi troppo faticosi e ripetitivi.

Che cosa fare? La soluzione è semplice ballare.

La danza è l’ideale per perdere quei chili di troppo; divertendosi e acquistando, cosa che non guasta mai, più femminilità e sensualità. Proviamo allora a esaminar alcuni stili di ballo per rimetterci in forma.

Danza del ventre

Ballo mi diverto e dimagrisco

Ballo mi diverto e dimagrisco

Questa danza, non richiede movimenti troppo energici, quindi non suderemo particolarmente. I suoi movimenti sensuali però, ci permettono di snellire la pancia, le gambe e i fianchi. Divertendoci piano piano vedremo la nostra pancia appiattirsi, intensificando così la nostra muscolatura addominale. Ideale per chi ha problemi o fastidi a ginocchia o schiena perché non caricherà troppo peso sulle articolazioni.

Latino Americano

È uno dei ritmi più diffusi, ci dà subito una sferzata di energia e divertimento. I suoi intensi movimenti ci permettono di bruciare molte calorie e acquisire gambe e addominali tonici. Ci ritroveremo con un fisico in forma e di ottimo umore, grazie alle lezioni molto divertenti. Se amate il ritmo latino, ma anche l’aerobica preferite lo Zumba, unirete in un colpo solo le vostre passioni.

Tango

Ballo mi diverto e dimagrisco

Ballo mi diverto e dimagrisco

Chi non si è mai immaginata a ballare questo ballo con un bel macho, magari inguainata in uno di quei vestiti tanto belli, quanto sensuali. Allora, diventiamo tanghere. Acquisiremo una dose maggiore di femminilità e sensualità. I suoi movimenti ci daranno una linea perfetta e tonica. Ideale per quelle, che più a bruciare grassi vogliono scolpire il proprio fisico. Quindi in due parole. Una linea perfetta con una femminilità esplosiva.

Bollywood dance

Una delle nuove tendenze, deriva come dice il nome dal cinema indiano. Femminilità all’estremo, in cui alterniamo sequenze lente ad altre più intense, che ci portano anche a bruciare 500 calorie ora. Movimenti che ci daranno la possibilità di far lavorare meglio la nostra muscolatura. Scolpendoci piano piano fianchi, gambe e braccia.

Hip Pop

Ballo mi diverto e dimagrisco

Ballo mi diverto e dimagrisco

Ideale per tonificare gambe e glutei. La maggior parte degli esercizi è svolta, infatti, con le ginocchia piegate, senza sottovalutare l’addome che deve essere sempre attivo e forte per rispondere in maniera adeguata ai movimenti e passi di danza richiesti. Salteremo e gireremo senza tregua per cercare di restare in ritmo con la musica.

 

Ballo mi diverto e dimagriscoRagazze, signore perché allora non ballare?

Io tanti anni fa, ho frequentato corsi di danza jazz e moderna per diversi anni. Sono sincera, non sono mai stata tonica e in forma come in quel periodo.

Pagina Prova b BENESSERE E SALUTE

Ballo mi diverto e dimagrisco

 

Pagina Prova bALTRI POST BENESSERE E SALUTE

Rivistabellepdf16-2 copiaVanityStyle

HOME PAGE VANITY

http://issuu.com/vanitystyle (per vedere copiare ed incollare) https://www.facebook.com/vanitystyleB (per vedere copiare ed incollare)

Pagine:12»